Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Griezmann rilancia: “La Liga è lunghissima, vediamo che succede con il Real…”

Antoine Griezmann è stato fondamentale per la qualificazione dell'Atletico agli ottavi di Champions League. Il francese ha segnato e fornito un assist a Correa. E arriva al derby in un grande momento di forma anche dialettico.

Redazione Il Posticipo

Antoine Griezmann è stato fondamentale per la qualificazione dell'Atletico agli ottavi di Champions League. Il francese ha segnato e fornito un assist a Correa. E arriva al derby in un grande momento di forma anche dialettico, lanciando la sfida in Spagna e in Europa al  Real Madrid. Le sue parole sono riprese da Movistar.

MADRID - L'Atletico dopo un inizio complicato arriva alla stracittadina al meglio dal punto di vista fisico e morale. la vittoria di Porto, per quanto sofferta è un trampolino di lancio. "Questo tipo di serate sono eccezionali. Si lascia tutto in campo. Questa vittoria serve soprattutto a noi stessi, è stata una grande gioia che ci permette di presentarci al meglio per questa partita.  La sfida con il Real è sempre bellissima, anche per i tifosi e il club ma non sarà decisiva. La Liga è lunghissima e siamo solo a dicembre, vi sono ancora tantissime partite da giocare, sappiamo bene cosa significhi vincere. Ci proveremo e poi vediamo cosa succede. Paghiamo la falsa partenza, dovuta alle differenze di preparazione nel precampionato ma adesso siamo rodati anche dal punto di vista fisico".

 MADRID, SPAIN - APRIL 08: Antoine Griezmann (L) of Atletico de Madrid competes for the ball with Sergio Ramos (R) of Real Madrid CF during the La Liga match between Real Madrid CF and Club Atletico de Madrid at Estadio Santiago Bernabeu on April 8, 2018 in Madrid, Spain. (Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

RITORNO - Sinora il ritorno a Madrid è stata la scelta gusta. Con la maglia dei colchoneros si esprime al meglio e anche la squadra è più competitiva rispetto al Barcellona. "Sono contento di essere tornato a far parte dell'Atletico, ho avuto bisogno di un po' di tempo per adattarmi ai compagni e al modello di gioco. Sia Suarez che Cunha aiutano moltissimo la squadra, sebbene con un profilo diverso. Vedo anche Joao Felix abbastanza sereno, capisco che sia difficile stare in panchina e subentrare, mi capitava anche al Barcellona". A proposito, in Catalogna non va benissimo. "Mi ha sorpreso molto che sia stato eliminato. Di solito arriva sempre agli ottavi di finale ma evidentemente vi sono tanti fattori che hanno influito. Messi è andato via, hanno cambiato allenatore"