Griezmann, la maledizione dal dischetto continua: terzo errore consecutivo…

Griezmann, la maledizione dal dischetto continua: terzo errore consecutivo…

Il Piccolo Diavolo sbaglia ancora una volta dal dischetto.

di Redazione Il Posticipo

Un indizio è un indizio. Due sono un caso, ma tre rappresentano una prova. Griezmann ha un problema dal dischetto. Il Piccolo Diavolo sbaglia ancora una volta il calcio di rigore. Il terzo consecutivo. E la sensazione è che questa volta ci sia poco da scherzarci su nonostante il pallone calciato alto non abbia influito sul risultato finale in Svezia.

MOGLIE – Il primo errore risale alle qualificazioni europee e provoca anche… un piccolo problema familiare. Griezmann non riesce a trasformare il rigore contro l’Albania e in zona mista, pensa bene di mettere in mezzo… sua moglie. L’attaccante spiega di avere sbagliato il rigore perché la sua signora non ha visto la partita, e ciò non gli ha permesso di trovare la giusta concentrazione dal dischetto. Una risata, e si va avanti, convinti che sia solo un episodio…

ANCORA- Secondo atto, altro errore. Questa volta l’avversario non è irresistibile. Andorra. Eppure il piccolo diavolo si… conferma. Altro rigore sbagliato. E questa volta Deschamps non la prende benissimo annunciando che la questione sarà affrontata in spogliatoio. Di solito Griezmann e Giroud si dividono le esecuzioni dal dischetto ma l’attaccante ha evidentemente lasciato il compito al compagno per alleggerirlo. Invece ha evidentemente peggiorato la situazione…

E TRE – Non c’è due senza tre. E con la Svezia arriva il terzo errore consecutivo. Fortunatamente per l’attaccante del Barcellona gli errori dal dischetto non hanno condizionato il risultato finale ma qualcosa deve essersi inceppato, anche perché sino al primo errore commesso il calciatore francese era stato un cecchino. Quattordici gol segnati su altrettanti rigori, compreso quello pesantissimo nella finale dei Mondiali. Poi qualcosa si è inceppato. E a questo punto è lecito chiedersi se la signora Griezmann non stia davvero più guardando le partite. Nel dubbio, chi sa se arrivi una chiamata di Deschamps in vista della sfida con la Croazia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy