Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Griezmann e i rigori: un rapporto complesso… a meno che non giochi un mondiale

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Il francese si conferma poco pratico dagli undici metri. Unica eccezione, i mondiali del 2018

Redazione Il Posticipo

Il Barcellona, con ogni probabilità senza Messi, si giocherà la finale di Supercoppa affidandosi ai leader... rimasti. Sugli scudi, contro la Real Sociedad, Riqui Puig e Ter Stegen, protagonisti dal dischetto, dove, però, è mancato un protagonista. Antoine Griezmann. E non è nemmeno la prima volta.

PESO - Il francese, recentemente, ha un rapporto piuttosto complicato con la trasformazione dagli undici metri. Specialmente se il pallone scotta. Uno studio di AS sostiene una tesi che inizia a serpeggiare anche fra i tifosi del Barcellona. L'attaccante francese ha avuto l'opportunità di chiudere i giochi della semifinale, ma il suo tiro è andato alle stelle. Un errore che non rappresenta un evento isolato nella carriera di Griezmann.

ERRORI- I  calci di rigore sono, o dovrebbero essere, per gli specialisti, una formalità. Non lo è per il francese che ha calciato 27 rigori in tutta la sua carriera e ne ha sbagliati 10. Um margine di errore piuttosto ampio: 37,03%. Uno dei momenti decisivi della sua carriera è la finale del 2016 di Champions quando l'allora calciatore dell'Atletico calcia contro la traversa il pallone del possibile 1-1, arrivato poi con Carrasco. A conti fatti, un rigore che avrebbe potuto cambiare la storia.  La stagione successiva, Griezmann si è ritrovato di nuovo nella stessa posizione: Champions League e calci di rigore. Questa volta la sfida è contro il Bayern, era nella fase a gironi. Di fronte,  uno dei migliori portieri del mondo, Neuer. Sbagliato.

ECCEZIONE -  Unica eccezione, i mondiali del 2018. In quella occasione, con la sua nazionale, Griezmann è stato infallibile. Tre rigori calciati, altrettante realizzazioni. Ovvero quello che si aspettano i tifosi del Barcellona. Un calciatore decisivo nei momenti chiave. Sinora, però, l'esperienza in Russia resta un unicum. Per adesso, a Barcellona, l'attaccante continua a fare a pugni con le statistiche.  Scampato il pericolo, Griezmann ha la possibilità di riscattarsi in finale e regalare un trofeo da protagonista ai catalani. Resta da capire se ci riuscirà senza... aiuti. Nella Francia ha Mbappé, a Barcellona Messi: adesso, senza paracadute il Piccolo Diavolo deve uscire dal ruolo di spalla e calarsi in quella del leader.

Potresti esserti perso