Grecia, salta il trasferimento di un calciatore armeno per il conflitto con l’Azerbaijan: “Haroyan è stato reclutato ed è già sul campo di battaglia”

Il difensore armeno Varazdat Haroyan era a un passo dal trasferimento alla squadra greca del Larissa, ma alla fine non se ne è fatto più nulla. E, come ha spiegato lo stesso club sul suo sito ufficiale, è per colpa della guerra

di Redazione Il Posticipo

Il conflitto che per molti anni è stato latente tra Armenia e Azerbaijan per i territori del Nagorno-Karabakh torna ad essere sanguinoso e ci va di mezzo anche il calcio. Già un paio di anni fa c’era stato il caso del calciatore della Roma Mkhitaryan, costretto a saltare due partite di Europa League quando vestiva ancora la maglia dell’Arsenal. Problemi di visto e di ordine pubblico, perchè anche prima del conflitto vero e proprio la presenza di armeni in Azerbaijan non era particolarmente gradita. E quindi il fantasista ha dovuto rinunciare al match dei gironi contro il Qarabag, ma anche alla finalissima contro il Chelsea, che si teneva a Baku.

SALTATO – Ma quello che sta accadendo a Varazdat Haroyan è ancora più assurdo. Il difensore armeno era a un passo dal trasferimento alla squadra greca del Larissa, ma alla fine non se ne è fatto più nulla. E, come ha spiegato lo stesso club sul suo sito ufficiale, è per colpa della guerra. “Pochi minuti fa il manager del calciatore della nazionale armena Haroyan ci ha informato che il trasferimento del giocatore al Larnaca è saltato, almeno per questa finestra di mercato, perché il calciatore come tutti i cittadini armeni fino ai 40 anni è stato reclutato ed è già sul campo di battaglia”. Non proprio un comunicato che si legge tutti i giorni.

MESSAGGIO – A corredo della notizia, il Larnaca ha anche riportato il messaggio che è stato inviato dal manager del calciatore al club, in cui viene confermato che il problema è proprio il conflitto in corso nel Caucaso: “Ora è ufficialmente guerra, quindi Haroyan non può venire in Europa. Mi dispiace, ma sono tempi difficili per l’Armenia, visto che la Turchia sta dando sostegno e soldati all’Azerbaijan. Non sappiamo cosa ci riserverà il futuro. Grazie per la vostra collaborazione, speriamo che questo conflitto finisca presto e che tutto torni a posto”. Intanto, il trasferimento è sfumato per colpa di una guerra. Tra le tante stranezze di questo mercato, questa forse è la più assurda…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy