Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Grealish e l’impatto al City: “È una follia. Potrebbe volermici un anno ad ambientarmi del tutto”

MANCHESTER, ENGLAND - DECEMBER 14: Jack Grealish of Manchester City during the Premier League match between Manchester City and Leeds United at Etihad Stadium on December 14, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Finora per Grealish tre reti e altrettanti assist, non proprio i numeri che hanno convinto i Citizens a...rompere il porcellino. Una situazione di cui è al corrente persino lo stesso calciatore, che non nasconde le difficoltà incontrate finora

Redazione Il Posticipo

La scorsa estate il Manchester City ha fatto il più grande investimento della sua storia, pagando 100 milioni di sterline per Jack Grealish. Il nazionale inglese è stato un calciatore importante per Pep Guardiola fin dal suo arrivo, giocando da titolare la stragrande maggioranza delle partite giocate fino ad oggi. Tuttavia, a livello statistico, il livello di rendimento non è ancora al livello dello scorso anno, come ammesso candidamente anche dal diretto interessato. Finora per lui tre reti e altrettanti assist, non proprio i numeri che hanno convinto i Citizens a...rompere il porcellino per portarlo al tecnico catalano. Una situazione di cui è al corrente persino Grealish, che parlando a Sky Sports non nasconde le difficoltà incontrate.

UN ANNO - "Fino ad ora penso di aver fatto molto bene, ma ho ancora molto di più da dare. Ed è stato tutto molto più difficile di quanto pensavo che sarebbe stato. Ma sto imparando e mi sto pian piano abituando. Ho sentito che ci sono calciatori che al City ci hanno messo quasi un anno per entrare perfettamente nei meccanismi e forse succederà lo stesso a me. Quindi l'anno prossimo voglio fare più gol". Una vera e propria ossessione, considerando che poco più di una settimana fa lo stesso Grealish aveva spiegato che quando è arrivato all'Etihad era convinto che grazie alla...cura Guardiola si sarebbe trasformato immediatamente in un bomber. Ma evidentemente, ci vorrà ancora un po'.

FOLLIA - Di certo, ora come ora è in un altro mondo..."È una follia, perchè il livello che viene richiesto qui è molto alto, dentro e fuori dal campo. Ed è incredibile, perchè è per questo motivo che negli ultimi anni i risultati sono stati così importanti". Certo, anche il cartellino pesante non è che aiuti molto. "Avere un prezzo di 100 milioni di sterline significa che se per qualche partita non faccio bene la gente comincia a chiedersi se è valsa la pena spendere tutti quei soldi. 'Dove sono i suoi gol, dove sono i suoi assist?'. E li capisco, però devo vivere come un privilegio il fatto che il club abbia voluto spendere così tanti soldi per me e spero di poter ricambiare con tanti gol e tanti trofei".