calcio

Gravesen: un galactico per caso, tra poker, risse, pistole…e Shrek

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Pascal Le Segretain/Getty Images)

Nei mondiali del 2002, per il trattamento riservato agli avversari e la capacità di trascinare la Danimarca sino agli ottavi di finale del torneo, la fama di Gravesen raggiunge livelli planetari. A tal punto da impressionare Mike Tyson che ne ammira moltissimo le doti da lottatore, più che da giocatore di calcio. Considerando le ripetute scazzottate, l’esperienza e i consigli del pugile gli saranno certamente utili, come può testimoniare Robinho, che per poco in un allenamento col Real non finisce...divorato dall'Orco.