calcio

Gotti: “Ritiro caratterizzato dal grande impegno. Sto valutando la rosa in tutte le sue sfumature”

Gotti: “Ritiro caratterizzato dal grande impegno. Sto valutando la rosa in tutte le sue sfumature” - immagine 1
Lo Spezia ha chiuso nel migliore dei modi possibili il suo precampionato in Val Gardena.

Redazione Il Posticipo

Lo Spezia ha chiuso nel migliore dei modi possibili il suo precampionato in Val Gardena con un 3-0 allo Jablonec, squadra più avanti nella preparazione e che sarà impegnata in Europa League. Una soddisfazione non da poco per Gotti. Il tecnico, ai canali ufficiali del club, ha tirato le somme al termine di questo primo ciclo di lavoro con la sua nuova squadra.

OTTIMISTA

Lo Spezia aveva perso con il Bochum ma ogni perplessità è stata spazzata via dalla vittoria contro i cechi. "Temevo un po’ questa gara per noi arrivava al termine dell'accumulo dei tanti carichi di lavoro e abbiamo trovato una squadra che la prossima settimana comincia il campionato. Temevo e credevo che ci avrebbero messo in difficoltà dal punto di vista del ritmo. Per come si è sviluppata abbiamo fatto un po’ fatica all’inizio. Era quasi logico, poi però con il tempo la squadra ha preso maggiore dimestichezza ed ha mantenuto la lucidità all'interno di un contenitore di fatica fra l'altro dando del minutaggio a un numero di giocatori che ci consente di affrontare la fase iniziale del campionato con un certo tipo di solidità".

PROSPETTIVE

Indicazioni incoraggianti. Caldara subito a suo agio, ma c'è da registrare anche l'entusiasmo e la vena di Antiste e Nzola, finiti ai margini lo scorso anno. Potenzialmente due nuovi innesti. "Sono sempre contento quando gli attaccanti trovano la via del gol. Segnare aiuta a coltivare l'autostime e per loro il gol è linfa vitale. Sto iniziando a valutare la rosa in tutte le sue sfumature. Il proseguo del programma (Padova ed Angers) prevede delle amichevoli che permetteranno di trarre ulteriori feedback. Ho scelto due impegni ravvicinati in modo da abituare immediatamente i ragazzi all'inizio del campionato. Dovremo farci trovare pronti".

INCOGNITE

Uniche incognite legate al mercato. Alcuni elementi sono ancora  in bilico. Anche qualche potenziale titolare come Provedel. "Dobbiamo imparare a convivere con questa situazione, l'importante è che non intacchi la serenità del gruppo. Qui c'è uno zoccolo duro ma anche grande disponibilità. Finora abbiamo lavorato con grande impegno e tranquillità. I ragazzi sono insieme da tanto tempo e mi pare che stiano diventando anche molto accoglienti nei confronti dei nuovi".