Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gotti, la manita al Como e il caso Maggiore: “Doveva giocare, poi c’è stata una discussione con l’entourage”

Gotti, la manita al Como e il caso Maggiore: “Doveva giocare, poi c’è stata una discussione con l’entourage” - immagine 1
Bene lo Spezia nel match di Coppa Italia contro il Como. La squadra di Gotti travolge i lariani nonostante il caso Maggiore agiti la serata di gioia dei bianconeri…

Redazione Il Posticipo

Pronostico rispettato per lo Spezia, che nel match di Coppa Italia con il Como ha la meglio sui lariani con un netto 5-1. Nonostante il caso Maggiore, con il centrocampista che si è rifiutato di giocare dopo che la fascia da capitano è stata affidata a Gyasi, il Picco accoglie la prima vittoria stagionale prima dell’inizio del campionato, con gli uomini di Gotti che all’esordio nella Serie A 2022/23 attendono l’Empoli. Lo Spezia va in vantaggio con Nzola prima del termine del primo tempo, poi il Como pareggia momentaneamente con Blanco, prima dello scatto in avanti dei liguri, con penalty realizzati da Verde e ancora da Nzola, la rete di Strelec e la prima gioia in bianconero di Daniel Maldini.

Il caso Maggiore

Impossibile però ignorare il caso che riguarda colui che ormai sembra a tutti gli effetti l’ex capitano. E a precisa domanda in conferenza stampa, Gotti non si nasconde: “Il fatto che Maggiore non ci fosse non è per scelta tecnica. C'è stata una discussione tra il club e l'entourage del calciatore, che ha portato a prendere questa decisione”. Che però non è quella che voleva il tecnico, che ha chiesto al centrocampista di giocare: “Dovevamo andare verso questa direzione, poi ci sono state altre discussioni tra le parti”. Una questione che mette un po’ in ombra un successo importante, che fa pensare a uno Spezia in forma campionato.

Nzola e il reparto offensivo

Ma non è esattamente così per Gotti: “Mi piacerebbe molto che  fosse così, ma so che da domenica prossima incontreremo avversari che sapranno mettere in evidenza quei piccoli problemi che dobbiamo ancora registrare”. Tra le note positive c’è certamente il precampionato di Nzola, che continua a segnare e sembra aver superato quel momento di lontananza dalla squadra e dal pubblico che aveva segnato parte della scorsa stagione con Thiago Motta al timone. Gotti è felice del suo attaccante, ma anche del nuovo rapporto con i tifosi: “Sono contento di come il Picco ha accolto l'uscita di Nzola". Così come dell’ottima forma di tutto il reparto offensivo… “Sembra un film perfetto, un’iniezione di fiducia e di autostima”. E domenica prossima, l’Empoli è avvisato…