Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gollini volta pagina: “Ringrazio Bergamo e l’Atalanta ma voglio essere il futuro del Tottenham”

TURIN, ITALY - JULY 11: Cristiano Ronaldo of Juventus heads the ball against Pierluigi Gollini of Atalanta BC during the Serie A match between Juventus and  Atalanta BC at Allianz Stadium on July 11, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Filippo Alfero - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Pierluigi Gollini ha le idee chiare. Il portiere ha lasciato Bergamo da poche ore ma ha già ben chiaro il futuro e soprattutto dove costruirselo. Nel North London. Il neo portiere del Tottenham ha parlato ai canali ufficiali del club e le sue...

Redazione Il Posticipo

Pierluigi Gollini ha le idee chiare. Il portiere ha lasciato Bergamo da poche ore ma ha già ben chiaro il futuro e soprattutto dove costruirselo. Nel North London. Il neo portiere del Tottenham ha parlato ai canali ufficiali del club e le sue parole non sono affatto banali. L'Atalanta appare un bel ricordo, ma comunque un passato. Le sue parole sono riprese da Football London. 

OBIETTIVI - Il ragazzo ha espresso la propria felicità ma anche fissato i suoi obiettivi. "Sto vivendo una sensazione incredibile, per me è una grandissima opportunità. Sono in club importantissimo, è una fortuna ed un orgoglio essere qui". Prestito con opzione di riscatto da parte degli spurs. "Sono giovane, ma non troppo. Voglio dimostrare al Tottenham di poter essere il portiere del futuro. Per adesso, ovviamente sono qui con Hugo Lloris e ho un enorme rispetto per lui e la sua carriera. Si parla di una leggenda. Capitano del club e campione del Mondo. Per  è un privilegio, un onore lavorare con lui e allenarmi con lui, e sono sicuro di poter imparare molto. Però osservando la rosa di questa squadra, penso che sia davvero buona. Si possono e devono coltivare ambizioni.  Dovremmo provare a vincere qualcosa".

 UDINE, ITALY - JUNE 28: Pierluigi Gollini of Atalanta BC gestures during the Serie A match between Udinese Calcio and Atalanta BC at Stadio Friuli on June 28, 2020 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

INGHILTERRA - Non è la prima esperienza in Inghilterra. Sei mesi all'Aston Villa. Una parentesi comunque utilissima per la carriera. "Quando lasciai l’Italia ho vissuto un periodo piuttosto complicato all’inizio, ma quella esperienza mi ha rafforzato e reso una persona migliore. Penso che sia stata un qualcosa che mi ha preparato al meglio per il mio percorso professionale. Quando hai un sogno è giusto fare di tutto per realizzarlo. E io sin da quando ero un bambino di pochi anni sognavo di fare il calciatore. E quando ho indossato i guanti per la prima volta ho capito che era la mia strada. All'Aston Villa ho giocato solo sei mesi, ma mi hanno permesso di raggiungere Bergamo dove ho trascorso cinque anni incredibili centrando prima la qualificazione in Europa e poi quella in Champions. Non posso far altro che ringraziare Bergamo e l'Atalanta".