Tecnologia, arbitri e gol fantasma: in Europa c’è anche chi sta peggio

Tecnologia, arbitri e gol fantasma: in Europa c’è anche chi sta peggio

Il VAR scatena polemiche in Serie A, ma nella Liga sono indietro di almeno cinque anni: senza goal-line technology, il Barcellona è penalizzato nel match contro il Valencia.

di Mattia Deidda

Il pareggio del Barcellona al Mestalla contro il Valencia dà il via alle polemiche: la Liga è l’unico dei grandi campionati senza la goal-line technology e, ovviamente, senza il VAR. Sullo 0-0 un tiro di Messi supera la linea di porta per poi essere rimesso in campo dall’intervento del portiere: né l’arbitro né tanto meno il guardalinee si accorgono della posizione del pallone, portando in Spagna il più classico dei gol fantasma, un episodio simile a quello di Muntari (Milan-Juventus).

I migliori calciatori al mondo nel campionato…più arretrato

Il gol fantasma non convalidato a Messi è l’episodio in grado di mettere tutti d’accordo. Inaccettabile che il campionato spagnolo non accetti le conseguenze della modernizzazione. Specie perché si parla del miglior campionato d’Europa. La Premier League rimane la competizione più divertente, ma la qualità di cui dispongono le squadre spagnole negli ultimi anni è inarrivabile. Non si parla solamente di Messi e Ronaldo, che già basterebbero per chiudere il discorso: il Valencia di questa stagione, come l’Atletico Madrid e il Siviglia, portano il livello del calcio spagnolo ad un punto attualmente irraggiungibile per il resto d’Europa. La conseguenza di tutto, è che rimane più difficile accettare l’arretratezza del campionato sotto il punto di vista arbitrale. Non si parla di VAR, sistema che manca anche in Inghilterra e in Champions League, ma di semplice goal-line technology: utilizzata in ogni grande campionato d’Europa, così come nel Mondiale 2014 e in Euro2016.

Dalla prossima stagione arriva il VAR

Anche se in ritardo, i piani alti della Federazione si sono accorti di come la Liga abbia bisogno di rimanere al passo con i tempi. Dalla prossima stagione, il VAR sarà presente anche nella massima divisione spagnola, mentre per la Segunda Division verrà introdotto nella stagione 2019-20. I primi esperimenti verranno mandati in onda mercoledì, nella sfida Atletico MadridElche, valida per i sedicesimi di Coppa del Re. Una decisione che riporta il campionato spagnolo al passo con i tempi, ma che non cancella le ultime polemiche. Il gol fantasma non dato al Barcellona ha condizionato una partita tra la prima e la seconda in classifica, con il Valencia che poi è riuscito a passare in vantaggio. Valverde, tecnico blaugrana, ha accettato con filosofia l’errore, ricordando come a Malaga fosse stato il Barcellona ad essere stato avvantaggiato. Dichiarazioni che regalano una boccata di ossigeno ad un calcio sempre più polemico, ma che, con la tecnologia in campo, non sarebbero state necessarie.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy