Gol di tacco, Crespo omaggia Quagliarella: “Benvenuto nel club, Fabio!”

Gol di tacco, Crespo omaggia Quagliarella: “Benvenuto nel club, Fabio!”

La rete di Fabio Quagliarella contro il “suo” Napoli è per un gol splendido e ovviamente ha fatto il giro del mondo. Molti si sono congratulati con lui, compreso un ex collega molto speciale…

di Redazione Il Posticipo

I gol di tacco rappresentano due facce del calcio. La tecnica, perchè solamente chi al pallone dà del tu può stabilire dove spedire il pallone con la parte del piede che ha meno sensibilità. E un po’ di sana incoscienza, perchè la figuraccia è sempre dietro l’angolo. E perchè, in fondo, quando non riescono alla perfezione, tutti i giochi di prestigio sono inutili e fini a se stessi. La rete di Fabio Quagliarella contro il “suo” Napoli è una perfetta immagine di questo dualismo e, come è giusto per un gol splendido, ha fatto il giro del mondo. Molti si sono congratulati con lui, compreso un ex collega molto speciale…

CRESPO – Anche Hernan Crespo ha centrato la porta con il tacco. Anzi, la magia è diventata uno dei suoi colpi caratteristici, che gli permettevano di concludere a rete sorprendendo portieri e difensori avversari. Chissà, magari Valdanito ha avuto un po’ di nostalgia dei tempi in cui indossava gli scarpini e non ha resistito. Sul suo profilo Instagram ha postato una compilation video di tutti i suoi gol di tacco. Ma non si è limitato a un post…autocelebrativo. L’argentino ha infatti spiegato ai suoi follower come è nata l’idea di trasformare un gesto tecnico così complicato in una mossa quasi naturale. E poi Crespo ha fatto i complimenti a Quagliarella…a modo suo.

FOLLIA – “Dopo il gol di tacco di Quagliarella, ho ricevuto tantissimi messaggi. Sono passati tanti anni da quando mi allenavo alla Cittadella a Parma. C’era Carlo Ancelotti. Come sono nati i gol di tacco? Ricevevo cross dalla fascia, io attaccavo il primo palo e, con la palla leggermente arretrata, ho provato un “colpo”. Risultato? Fuori, ma di pochissimo. Pensai subito che potesse diventare un colpo letale anche in partita. È così è stato. Più un po’ di follia. Benvenuto nel club, Fabio!“. Si attende la risposta del bomber della Samp. Ma di certo il blucerchiato sarà felicissimo dei complimenti…di uno dei maestri del genere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy