Godin, il difensore talismano: quasi insuperabile contro il Getafe

Inter e Getafe  si giocano tantissimo. Per la squadra del sud di  Madrid sarà comunque una partita storica. Per Godin invece, sarà un match speciale.

di Redazione Il Posticipo

L’Inter e il Getafe, in questo ottavo di finale di Europa League in partita secca, si giocano tantissimo. Per la squadra del sud di  Madrid sarà comunque una partita storica. Per Godin invece, sarà un match speciale. Uno studio condotto da AS rivela che il centrale sudamericano è più di un portafortuna. Contro il Getafe, di solito, non perde mai.

TALISMANO – L’ex difensore dell’Atlético Madrid ha lasciato i colcohoneros dopo otto stagioni. E il Getafe è uno dei suoi avversari preferiti nonché fra i più incontrati durante la sua carriera in Spagna. Godin ha incrociato la terza squadra di Madrid in diciannove occasioni. E ha una striscia ancora aperta di nove partite di fila senza subire neanche un gol. E anche il bilancio, in generale,  è ovviamente positivo. 19 partite,  14 vittorie, 3 pareggi e solo due sconfitte.

RISCATTO – Al netto dei numeri, l’Europa League è un’occasione di riscatto per il centrale uruguaiano. A Milano, nella sua prima stagione, non ha goduto della fiducia che si aspettava nel momento in cui aveva apposto la firma per legarsi ai nerazzurri.  Ha giocato 23 partite su 38 e ha iniziato da titolare solo in venti occasioni. Ben diverso, invece, il discorso in Europa dove è quasi sempre presente. Ha iniziato in cinque delle sei partite della fase a gironi della Champions League e in entrambe le sfide contro i bulgari del Ludogorets.  Anche in campionato i suoi numeri somo in ascesa. Godín ha iniziato in tre delle ultime quattro partite di Serie A e nelle gerarchie ha un leggero vantaggio siu  Skriniar. E per numeri, esperienza e carisma in campo internazionale,  non è escluso  vederlo dal 1′ contro il Getafo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy