Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

God save the Kane. Europei a rischio per l’attaccante inglese

Non arrivano buone notizie dall'Inghilterra. Il percorso di recupero di Kane dall'infortunio rischia di protrarsi sino alla prossima estate. E ciò significa addio Europei...

Redazione Il Posticipo

God save the Kane. Dall'Inghilterra arrivano notizie allarmanti sulla condizione del centravanti del Tottenham. Secondo quanto riportato dal Sun, il percorso di recupero di Kane dall'infortunio patito al tendine della coscia sinistra potrebbe allungarsi sin alla prossima estate. E ciò significherebbe saltare l'Europeo.

SEI MESI  - Le parole di uno dei maggiori esperti  del resto, lasciano poche spazio alle interpretazioni. Chris Wilson, un noto ortopedico che opera Oltremanica, è lapidario. La scadenza fissata a giugno gli appare troppo ristretta. "Fossi in lui mi concentrerei sulla prossima preseason". Il chirurgo ha poi snocciolato le tappe che porterebbero al pieno recupero: "Nelle prime sei settimane, l'obiettivo è che la zona torni sana. Quindi si può fare molto poco. Dalle sei alle dodici settimane, sono necessari esercizi di rafforzamento di base. Se dovessi gestire le aspettative relative a un calciatore di alto livello, non penso che possa tornare in forma prima di sei mesi dall'intervento".

PERICOLO -  Il pericolo, in questo caso, è la recidività: "esiste un potenziale rischio. Quando intervieni a riparare un tendine, si ha il dovere di dire all'atleta che esiste la possibilità che il problema si possa ripresentare. Tornare troppo presto aumenta il rischio di rottura. Non c'è modo di aggirarlo". Il dottor Wilson, specifica il tabloid, ha eseguito  ha condotto la stessa operazione effettuata per 75 volte. "Non è impossibile che riesca a tornare prima in campo. Certo, si possono accelerare i tempi e sfidare le aspettative, ma io gli direi di dimenticarsi  di giocare prima dei sei mesi. Non importa quanto ti senti bene". A questo punto è anche il caso di valutare qualche alternativa. Southgate spera di avere Kane, ma non può esserne certo: ecco perché i tifosi della nazionale dei tre Leoni potrebbero presto intonare God save the Kane.