Gli…stadi di proprietà: per l’Inter Miami, Beckham ne vuole costruire due!

Gli…stadi di proprietà: per l’Inter Miami, Beckham ne vuole costruire due!

David Beckham, insieme al suo socio nell’avventura nella MLS, è pronto ad investire oltre 800 milioni per costruire due stadi per la sua squadra, l’Inter Miami. Sì, ma vuole farlo in 12 mesi. Si aspettano le autorizzazioni.

di Redazione Il Posticipo

Si parla sempre più spesso della necessità dei club di alto livello di poter disporre di uno stadio di proprietà. I punti su cui si insiste di più sono quelli del prestigio, del fatturato e dell’indipendenza da altri enti che dispongono della struttura dalla quale, il club, è soltanto ospitato per le proprie partite casalinghe. Tra poco tempo verrà inaugurato lo stadio del Tottenham, dopo più di qualche problema di tempistiche. Beh, anche negli Stati Uniti, l’Inter Miami di David Beckham ne vuole costruire uno. Anzi, no! Ne vuole costruire due… in dodici mesi.

TEMPI E LUOGHI – Stando a quanto riporta il quotidiano britannico The Sun, lo Spice Boy e il suo socio Jorge Mas sarebbero pronti ad investire una cifra superiore a 800 milioni di euro per costruire due strutture per ospitare la squadra fondata a Miami. L’Inter Miami, quindi, dovrebbe finire per disporre di ben due strutture nella parte sudorientale della Florida: la prima, ossia la base principale della squadra e dell’Academy, dovrebbe sorgere dalle ceneri del Lockhart Stadium, che attualmente versa in una condizione di semi abbandono. La seconda, invece, il Miami Freedom Park, dovrebbe essere inaugurata nel 2022 a circa 30 km dall’aeroporto principale della città.

IL CUORE PULSANTE – All’inaugurazione della seconda struttura, però, il nuovo Lockhart Stadium diventerebbe la base della nuova accademia di calcio statunitense: l’intenzione è quella di portare la città di Miami, grazie all’Inter, a diventare il nuovo cuore pulsante del calcio del nuovo continente. “Dal primo giorno, sei anni fa, ho detto che questo progetto riguardava principalmente il futuro dei ragazzi. Sarà il cuore pulsante della nostra organizzazione: è davvero eccitante!” ha detto David Beckham. Il primo stadio, da circa 18.000 posti, avrà bisogno di vedere la luce presto, visto che tra dodici mesi la squadra comincerà il proprio percorso ufficiale ma il lavoro da fare è molto: del vecchio Lockhart Stadium rimangono solo le porte da calcio e qualche cespuglio secco al posto del prato verde e tra l’altro, il consiglio cittadino non ha ancora approvato né il primo né il secondo progetto. Staremo a vedere. Nel frattempo bisogna dare atto e merito a Beckham e soci per l’intraprendenza e l’ambizione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy