calcio

Gli insostituibili: quando un addio distrugge una squadra e fa finire un ciclo

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Mike King/Allsport/Getty Images)

I giocatori vanno, la Juventus resta. Sì, ma... C'è un "ma" persino a Torino e si chiama Michel Platini. Il francese è la ciliegina sulla torta di un quindicennio d'oro per i bianconeri, che vincono tutto quello che si può vincere e con il transalpino finalmente volano anche in cima all'Europa. Ma il suo addio non è assolutamente metabolizzato dalla Signora. Complice lo strapotere del Milan, ci vorrà circa una decina di anni per tornare a vincere in Italia e in Europa.

Potresti esserti perso