calcio

Gli insostituibili: quando un addio distrugge una squadra e fa finire un ciclo

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Martin Rose/Bongarts/Getty Images)

Al Real, del resto, lo sanno bene. A volte basta togliere una vite dall'ingranaggio e tutto viene giù. Era successo anche una quindicina di anni fa, con il più inaspettato dei calciatori. Il Real di inizio millennio vinceva grazie a Figo, Roberto Carlos, Zidane e...Makélélé. Il centrocampista era colui che garantiva equilibrio alla squadra in cui dovevano convivere i celebri Zidanes y Pavones. Ma poi Florentino decide che è ora di puntare ai Galacticos e cede il francese al Chelsea per prendere Beckham. Errore, perchè da lì in poi per tornare a dominare l'Europa ci vuole un decennio.

Potresti esserti perso