calcio

Gli insostituibili: da Wenger e Sir Alex ad Allegri, quando un allenatore lascia il vuoto…

Redazione Il Posticipo

 BERLIN - JULY 9: Gennaro Gattuso (R) of Italy is congratulated by Marcello Lippi (C), the coach of Italy, following their team's victory during the FIFA World Cup Germany 2006 Final match between Italy and France at the Olympic Stadium on July 9, 2006 in Berlin, Germany. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

In Nazionale dopo Marcello Lippi è stata durissima! Nell'estate 2006 l'Italia ha vinto il Mondiale e il c.t. ha fatto un passo indietro: la Federazione ha scelto Roberto Donadoni uscito ai quarti di finale degli Europei 2008 con la Spagna ai rigori. Allora ritorna Lippi, ma nel Mondiale 2010 l'Italia non ha supera nemmeno il girone (con Paraguay, Nuova Zelanda e Slovacchia). Panchina a Cesare Prandelli che sfiora il successo agli Europei 2012 (k.o. in finale con la Spagna), ma al Mondiale 2014 esce malamente al girone. La Federazione chiama Antonio Conte, che sfiora le semifinali agli Europei 2016. Il resto è storia recente e dolorosa: il c.t. Gian Piero Ventura fallisce la qualificazione al Mondiale 2018 e in panchina arriva Roberto Mancini, l'uomo del rilancio del calcio italiano con la vittoria degli Europei.