Gli ex compagni allo Schalke…spaventati dal Panzer Goretzka: “Gli ho chiesto di inviarmi i suoi esercizi, ma quando ci ho provato…”

Che al Bayern Monaco, almeno in determinati ruoli, si preferiscano calciatori fisici non è un mistero. Una delle stelle della squadra di Flick, Goretzka, è un vero superatleta. E dire che fino a qualche tempo fa non aveva addosso tutti i muscoli che mette in mostra ora. Il che…ha impressionato molto i suoi ex compagni…

di Redazione Il Posticipo

Che al Bayern Monaco, almeno in determinati ruoli, si preferiscano calciatori fisici non è un mistero. Per anni il motore dei bavaresi è stato Schweinsteiger ed è impossibile non menzionare Matthäus (che non per niente era soprannominato “der Panzer”) tra i giocatori più importanti della storia del club. Non sorprende dunque che una delle stelle della squadra di Flick, che si gioca contro il Lione la possibilità di arrivare in finale di Champions League e bissare il Triplete del 2013, sia un vero e proprio superatleta. E dire che fino a qualche tempo fa Leon Goretzka non aveva addosso tutti i muscoli che mette in mostra ora, senza sacrificare velocità e agilità.

ALLENAMENTO – Un cambiamento pazzesco, avvenuto nei mesi di lockdown, che ha lasciato a bocca aperta anche ex compagni di squadra. Lo spiegano benissimo a Goal Roman Neustadter e Jan Kirchhoff, che hanno entrambi giocato con Goretzka ai tempi dello Schalke. Neustadter in particolare racconta…di aver chiesto consigli al giocatore del Bayern. “Dopo che ho visto come è cambiato, gli ho scritto chiedendogli di mandarmi gli esercizi che fa lui. Anche allo Schalke si vedeva che poteva mettere su massa muscolare senza perdere agilità, ma evidentemente durante il lockdown si è allenato nel miglior modo possibile. Quando ci ho provato io, dopo non riuscivo a muovermi!”.

FEDELISSIMO – E che il nuovo “Panzer” del Bayern sia fondamentale nel gioco dei tedeschi lo spiega bene Kirchhoff. “Anche se è molto alto, è anche velocissimo. Leon è nato per essere un centrocampista box-to-box, è in grado di coprire distanze lunghissime in poco tempo. E questa è sempre stata la sua forza. È potente nell’uno contro uno e recupera molti palloni. E anche se ora ha messo su massa muscolare, non ha perso agilità e velocità. Il fatto di essere migliorato fisicamente lo ha aiutato, ora è perfetto”. E il Bayern può stare tranquillo, perchè Goretzka…è un fedelissimo. “Una volta gli ho chiesto dove avrebbe voluto giocare, se al Real, al Barça o al Chelsea. E lui mi ha risposto che avrebbe scelto il Bayern”. Risultato ottenuto. Ma del resto, il Panzer non si ferma davanti a nulla.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy