Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gli acquisti record delle big di A: soldi ben spesi o misteri e flop?

03 Mar 2002:  Hernan Crespo of Lazio celebrates scoring during the Serie A maych between Lazio and Venezia, played at the Stadio Olimpico, Rome.  DIGITAL IMAGE Mandatory Credit: Grazia Neri/Getty Images

A volte, quando una squadra apre i cordoni della borsa, il flop è dietro l'angolo... Lo dimostra il caso di Mendieta, che però non è neanche l'acquisto record della Lazio. Tra campioni e bidoni, la lista dei più pagati da ogni big è lunga...

Redazione Il Posticipo

Lazio

—  

Di solito si dice che chi più spende, meno spende. Ma la storia degli acquisti record della Serie A non conferma del tutto questo adagio. Basterebbe pensare che giusto vent'anni fa la Lazio scriveva una pagina di storia del calciomercato. Dopo aver visto i cugini della Roma...scucirgli lo scudetto dalle maglie, la società biancoceleste decide di portare a Roma Gaitzka Mendieta prelevandolo dal Valencia. Il costo? 90 miliardi di lire (45 milioni di euro). Il risultato però è quello di un bidone colossale. Per fortuna però quello per lo spagnolo non è il record di spesa per un calciatore da parte della Lazio. Quello se lo prende Hernan Crespo, costato 110 miliardi (55milioni) Una cifra, ai tempi, incredibile, che ha reso il trasferimento dell'argentino il più costoso della storia del calcio mondiale. Valdanito comunque ripaga subito la fiducia...e il cartellino, vincendo il titolo di capocannoniere nella sua prima stagione nella Capitale. Ma ci sono molti altri casi in cui la domanda è lecita: top...o flop?

Juventus

 (Getty Images)
—  

Al trasferimento da record bianconero...difficile non arrivarci in un secondo: nel 2018, portando CristianoRonaldo a Torino, la Juventus ha riscritto la propria storia. Con 117 milioni di euro, il portoghese occupa il primo posto tra i calciatori più costosi della storia della Serie A. Un acquisto che nessuno si aspettava; in molti ci hanno creduto solo nel momento in cui, con i loro occhi, hanno visto il portoghese indossare la maglia bianconera numero 7. Soldi ben spesi? L'eliminazione della Juventus agli ottavi di Champions, la terza delusione continentale dell'era Ronaldo, fa nascere il dubbio.

Inter

 (Getty Images)
—  

Sarà anche costato quasi ottanta milioni, ma Romelu Lukaku li vale decisamente tutti. Secondo i dati di Transfermarkt, l'attaccante è arrivato in nerazzurro due estati fa per una cifra altissima, 65milionidieuro più diversi bonus, nell'ordine dei 13milioni, da pagare al Manchester United. Quanto basta per renderlo l'acquisto più costoso nella storia nerazzurra. Il belga però ha risposto con i gol e mettendosi sulle spalle la squadra di Conte nei momenti più complicati fino allo Scudetto, giustificando in pieno una spesa record da parte del club milanese.

Milan

 (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)
—  

Gli acquisti più costosi della storia del Milan sono un centrocampista e un difensore. La storia di Bonucci è recente: 42milioni di euro versati alla Juventus, all'azzurro leadership della squadra e fascia da capitano. Un'avventura partita con il piede sbagliato e finita dopo una sola stagione con l'etichetta di flop. Meglio la stessa cifra spesa per RuiCosta, che in rossonero ha sollevato anche una Champions.

Napoli

 (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)
—  

Nella stagione passata il Napoli ha battuto il suo record per il trasferimento più oneroso. Il primato era stato stabilito un anno prima, con l'arrivo di Chucky Lozano, ma i 75 milioni di euro (compresi cinque di bonus) che sono stati versati al Lille per Osimhen rappresentano l'esborso più importante della storia del club. Il nigeriano a inizio stagione ha fatto vedere ottime cose, ma poi tra infortuni e Covid-19 ha trovato più difficoltà del previsto. Quindi al momento...rimandato!

Roma

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
—  

Una scommessa persa. La Roma, come acquisto più costoso della propria storia, ha deciso di puntare su Schick, prelevandolo dalla Sampdoria. Ai blucerchiati, tra prestito, riscatto e clausole varie, in totale, 42 milioni di euro. Ma l'avventura del ceco in maglia giallorossa non ha portato nessuna soddisfazione, anche se alla fine il club giallorosso non ci ha rimesso troppo dal punto di vista economico. La buona stagione al Lipsia ha portato il Bayer Leverkusen a puntare su di lui e gli Europei lo hanno eletto capocannoniere. Ma a Trigoria il cognome del ceco è sinonimo di bidone...

Atalanta

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
—  

Il record in casa Atalanta è stato stabilito nell'estate 2019. L'acquisto più costoso della storia della Dea è infatti Luis Muriel, prelevato dal Siviglia per 20 milioni di euro. Fino a qualche mese prima, al suo posto c'era un connazionale, Zapata, pagato 14milioni alla Sampdoria. Visti i gol realizzati dalla coppia colombiana negli ultimi tempi con la maglia della Dea, sono decisamente soldi ben spesi.

Fiorentina

 (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
—  

L'acquisto più costoso nella storia della Fiorentina è Cuadrado. Il colombiano, in maglia viola tra 2012 e 2015, è stato portato a Firenze per 21 milioni di euro. Ceduto poi al Chelsea per 30 milioni, è alla fine finito a giocare, nello stesso anno, per la Juventus, 'tradendo' anche lui l'affetto che i tifosi della Fiorentina provavano per lui. Tra plusvalenza e prestazioni, comunque, un acquisto azzeccato.

Parma

 Mandatory Credit: Grazia Neri/Getty Images
—  

Il Parma, nonostante una storia recente fatta di difficoltà economiche e risalite, si merita comunque un posto tra le più importanti squadre della Serie A. Per gli emiliani, l'acquisto più costoso della propria storia è rappresentato dal giapponese Nakata, che arriva in maglia crociata l'anno dopo lo Scudetto vinto con la Roma, per 60 miliardi di lire, circa 30 milioni di euro. I risultati? Buoni, considerando che il nipponico è fondamentale nella vittoria della Coppa Italia 2001/02.

Torino

 (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
—  

In lista anche il Torino, che vede contendersi la palma del trasferimento più costoso della storia tra due calciatori: Zaza e Niang, entrambi pagati 12 milioni ma mai decisivi. Il primo è ancora a Torino alla ricerca di continuità, dopo due stagioni non proprio esaltanti. Il francese, invece, si trova attualmente nel Rennes, dove ha ritrovato una certa confidenza col gol dopo che in maglia granata non era stato per nulla prolifico.