calcio

Giroud ammette: anche lui aveva bevuto troppo la sera in cui hanno arrestato Lloris

 (Photo by Jeff Gross/Getty Images)

Questa estate Hugo Lloris è stato pizzicato alla guida con il tasso alcolemico più alto del consentito. Eppure non è l'unico ad aver alzato un po' troppo il gomito quella sera: lo conferma un altro dei presenti...

Redazione Il Posticipo

Una serata con gli amici, qualche bicchiere di troppo e poi... Poi succede che qualcuno finisca in commissariato, perchè non ha rispettato una delle regole fondamentali: non si guida quando si beve. E vale per tutti, persino per chi ha sollevato la coppia del mondo da capitano. Questa estate Hugo Lloris è stato pizzicato alla guida con il tasso alcolemico più alto del consentito e si è fatto una nottata in gattabuia, rischiando anche di perdere la fascia da leader della Francia. Eppure non è l'unico ad aver alzato un po' troppo il gomito quella sera, in una cena londinese tra i francesi di stanza nella capitale inglese.

SÍ O NO? - A confermarlo è il bomber senza gol, Olivier Giroud, che negli ultimi giorni ha fatto parlare di sé per le sue dichiarazioni sull'omosessualità nel calcio e che, evidentemente, ci ha preso gusto a far rimanere di stucco l'opinione pubblica. E lo ha fatto ai microfoni di Telefoot, programma domenicale francese, in cui i calciatori si sottopongono ad un gioco che prevede di rispondere a delle domande semplicemente con un "sì" o con un "no". E come riporta RMC Sport, durante la trasmissione a qualcuno è venuto in mente di fare una domanda abbastanza particolare al campione del mondo.

ETILOMETRO - "Saresti risultato positivo all'etilometro come Lloris?". E Giroud, come ormai da tradizione, ha risposto direttamente e senza fronzoli. "Sì". Insomma, all'attaccante, se si fosse messo alla guida come ha fatto il portiere, poteva capitare la stessa identica sorte del compagno di squadra: ritiro della patente per venti mesi e mega-multa da 56mila euro per guida in stato di ebbrezza. Una storia per cui Lloris è ancora molto imbarazzato, ma che poteva...condividere con altri compagni di nazionale. Insomma, un applauso a Giroud per l'onestà nella risposta, ma anche per la prontezza di non mettersi dietro il volante. Al mondiale non avrà segnato neanche un gol, ma quando c'è da evitare un'autorete...si è dimostrato decisamente pronto.

Potresti esserti perso