Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Giocatore dell’anno UEFA, è incertezza totale: CR7 e Van Dijk hanno vinto trofei, ma Messi andrà a Montecarlo…

Non solo sorteggi. Il giorno in cui si decidono i gironi di Champions League è anche quello in cui vengono assegnati i premi UEFA. E mai come quest'anno, c'è incertezza sul vincitore di quello per il miglior giocatore. Chi sarà il successore di...

Redazione Il Posticipo

Non solo sorteggi. Il giorno in cui si decidono i gironi di Champions League è anche quello in cui vengono assegnati i premi UEFA. E mai come quest'anno, c'è incertezza sul vincitore di quello per il miglior giocatore. Chi sarà il successore di Luka Modric? I candidati sono tre. I soliti due...e un outsider. Leo Messi, Cristiano Ronaldo e Virgil van Dijk, in rigoroso ordine alfabetico. Ognuno con degli ottimi motivi per sperare di portare a casa il riconoscimento, assegnato da una giuria di giornalisti e dagli allenatori delle squadre che hanno preso parte almeno alle fasi a gironi di Champions ed Europa League.

CRISTIANO RONALDO - Il portoghese vuole scrivere un altro record nella sua prestigiosa carriera. È l'unico che, da quando esiste il premio (2011) lo ha vinto per tre volte (2014, 2016 e 2017) e vuole staccare il rivale di sempre, Messi, fermo a due. Il fatto che la Juventus si sia fermata ai quarti in Champions può danneggiarlo, ma essendo un premio...UEFA, bisogna anche prendere in considerazione un'altra competizione. La Nations League vinta dal Portogallo è il biglietto da visita di CR7. Ma bisognerà vedere che peso la giuria deciderà di dare al neonato trofeo.

MESSI - La Pulce, come spiega Mundo Deportivo, sarà a Montecarlo. Ma non significa necessariamente che gli verrà assegnato il premio più importante. L'argentino infatti è già sicuro di ricevere un riconoscimento, quello per il miglior gol in una competizione europea, vinto con la punizione del 3-0 al Liverpool. E l'argentino è anche in corsa per quello come migliore attaccante. Dei tre candidati, però, Messi è l'unico che ha terminato la stagione con la bacheca vuota. Il che potrebbe influire non poco.

VANDIJK - A rigor di logica, il favorito è quindi l'olandese del Liverpool, che ha sollevato la coppa dalle grandi orecchie da protagonista. Ma non è detto che il vincitore del premio debba per forza essere qualcuno che ha vinto il trofeo. C'è un'eccezione che fa tremare l'olandese, l'edizione 2012: quell'anno la Champions l'ha vinta il Chelsea, ma ad aggiudicarsi il riconoscimento è stato Don Andres Iniesta, il cui Barcellona si era fermato in semifinale. Occhio dunque a dare tutto per scontato. E vista la situazione, comunque vada, ci saranno polemiche!