Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gilardino senza panchina: con il Siena è finita

ASCOLI PICENO, ITALY - AUGUST 10:  Alberto Gilardino head coach of Pro Vercelli gestures during the match between Ascoli Calcio 1898 FC and Pro Vercelli-TIM Cup at Stadio Cino e Lillo Del Duca on August 10, 2019 in Ascoli Piceno, Italy.  (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

All'indomani del pari casalingo con Trestina, il campione del mondo non è più l’allenatore della società bianconera

Redazione Il Posticipo

Alberto Gilardino è senza panchina. All'indomani del pari casalingo con Trestina, il campione del mondo non è più l’allenatore della società bianconera. Un fulmine a ciel sereno. Nessuno si aspettava un divorzio che è comunque consensuale sebbene sorprendente.

COMUNICATO  - La società ha reso pubblica la propria scelta affidandosi a un comunicato: "L'ACN Siena 1904 ed il Mister Alberto Gilardino nell’analisi della situazione attuale ritengono, di comune accordo, di sospendere l’attuale collaborazione. La società è particolarmente grata ad Alberto Gilardino di aver consentito in soli 10 giorni di organizzare una squadra in grado di affrontare un campionato di serie D che al momento vede L’ACN Siena virtualmente in testa".

IMPEGNI - Una scelta per certi versi sorprendente, considerando che la squadra era attesa da un mese carico di impegni. Gilardino si era legato alla società toscana al termine del mese di agosto, ma evidentemente il percorso non è proseguito. Eppure l'ex giocatore del Parma. Aveva iniziato molto bene la stagione. La squadra, nel momento in cui si consuma la fine del rapporto di trova al secondo posto in classifica a -4 dalla vetta della graduatoria ma con due gare da recuperare.  quindi potenzialmente in grado di conquistare il primato.

MERCATO - Non più di qualche giorno fa Gilardino sembrava entusiasta nell'ultima conferenza stampa, alla vigilia della partita da giocata e pareggiata con la Triestina il tecnico si era soffermato molto sul mercato chiedendo l'intervento della società, precisando che per vincere il campionato di serie D servivano giocatori pronti ed esperti della categoria. Le sue parole sono riprese da Siena TV: "Ho una squadra di ragazzi che devo ringraziare. Ho 18 under e ho giocatori esperti. Alcuni dei quali però, al momento non sono disponibili. Io alla proprietà ho fatto presente determinate situazioni, c’è bisogno di gente che arrivi e sposi subito la causa per lottare fino all’ultima giornata. Il mercato adesso per noi è fondamentale". Resta da capire se alla base della separazione vi siano idee diverse sulla finestra di Gennaio.