Gerrard racconta il suo momento più brutto: “Ho giocato infortunato, mi hanno fatto l’epidurale e ho fatto perdere il titolo al Liverpool”

La sua carriera è così speciale che ci hanno fatto un documentario. Ma la vita calcistica di Steven Gerrard è fatta di sogni e di incubi. Il peggiore? Lo ha raccontato lui stesso.

di Redazione Il Posticipo

Quando nell’aprile 2014 il match tra Liverpool e Chelsea è praticamente costato la Premier League ai Reds, prolungando così un digiuno più che ventennale, il pensiero comune è stato che si era trattato di una storia…da film. Del resto, il pallone che ha deciso una stagione, è stato perso nella maniera più assurda possibile: da capitan Steven Gerrard, con uno scivolone inaspettato. Una delle immagini simbolo della carriera del centrocampista. Per sua fortuna ce ne sono anche di più felici, ma quella resta nella memoria. E nel documentario “Make us dream”, dedicato all’attuale tecnico dei Rangers, non si può non parlarne.

INIEZIONE – Così come non può non parlarne lo stesso Gerrard, che in una intervista al Daily Mail racconta della sua nuova carriera in panchina ma torna anche sugli episodi cruciali della sua vita in campo. Tra cui, neanche a dirlo, il celebre scivolone. Che a conti fatti, poteva anche non esserci. In fondo, per giocare quella partita Gerrard ha fatto davvero di tutto. Compreso scendere in campo dopo una iniezione epidurale, di quelle che si fanno durante il parto. Colpa di un dolore terribile alla schiena, combattuto in ogni modo pur di scendere in campo. Ma il destino lo ha ripagato con uno scherzo molto crudele.

ONESTÀ – “Non pensate che sia una scusa, eh”, chiosa Gerrard durante l’intervista. “Ma sono un ragazzo di Liverpool, vengo dalle case popolari. Non mi sarei perso quella partita per nulla al mondo. E quello che è successo quel giorno è stata pura e semplice sfortuna, la schiena non c’entra. Ma quando fai un documentario devi essere onesto e raccontare ogni singolo particolare”. Un motivo in più per i tifosi del Liverpool per rispettare ulteriormente una delle leggende del club. All’epoca qualcuno provó a contestare, venendo però respinto a colpi di insulti dal resto del popolo dei Reds. Del resto, se la delusione per un titolo sfumato era comprensibile, doveva esserlo anche il dramma dello stesso Gerrard. Che dopo aver fatto vivere ai suoi tifosi tanti sogni, per una volta ha regalato loro il più terribile degli incubi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy