Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Germania, Müller è pronto alla ripresa: “Giocheremo anche se dovessimo metterci in quarantena. Se ci assegnano il titolo o no, per me è irrilevante…”

Ha da poco rinnovato il contratto, con tanto di mascherina all'atto della firma. Thomas Müller, uno dei simboli del Bayern Monaco, continuerà fino al 2023 a vestire la maglia dei campioni in carica di Germania. E per quello che riguarda la...

Redazione Il Posticipo

Ha da poco rinnovato il contratto, con tanto di mascherina all'atto della firma. Thomas Müller, uno dei simboli del Bayern Monaco, continuerà fino al 2023 a vestire la maglia dei campioni in carica di Germania. E quindi, nonostante la pandemia di coronavirus abbia costretto tutti ad uno stop decisamente imprevisto, il tedesco avrà tutto il tempo di raggiungere alcune leggende del club in quanto a presenze ufficiali. Müller è a quota 521 e ha nel mirino Franz Beckenbauer (543), Georg Schwarzenbeck (547), Klaus Augenthaler (549) e Gerd Müller (576). E chissà, magari anche Oliver Kahn (632) e il primatista Sepp Maier (642). Come spiega alla Bild, il campione del mondo ha una visione molto particolare della situazione.

RIPRESA - Si ricomincia? Per Müller, se tutto è in regola, si può giocare. Anche a costo di rinchiudersi, senza contatti con il mondo esterno."È assolutamente ovvio che il calcio dovrà seguire passo dopo passo tutte le regole necessarie affinchè si torni a giocare. E finchè le regole sono compatibili con le leggi e con il regolamento, noi calciatori professionisti giocheremo. E se è necessario, ci metteremo anche in quarantena". Il Bayern è attualmente primo in Bundesliga, ma interrompere la stagione significherebbe forse non vincere ufficialmente il campionato. Nessun problema..."Dal punto di vista sportivo l'importante è che siamo primi in classifica. Se poi in una situazione così particolare dovessero darci o no il riconoscimento ufficiale del titolo, per me è irrilevante".

FUTURO - Facile per Müller parlare, considerando che è dall'anno del Triplete che il Bayern vince a ripetizione in Germania. Un titolo in più o uno in meno, non fa molta differenza. Ma la Champions...sì. "Vorrei che riguardando alla mia carriera la gente possa diri 'hai capito questo Müller? A trent'anni ha vinto un'altra volta la Champions...'. È dal 2013 che vinciamo la Bundesliga, ora è il momento di fare un passo avanti". E di prendersi forse anche qualche responsabilità. Con il contratto di Neuer in forse, Müller potrebbe ereditare la fascia. Ma lui...non ci pensa neanche. "Spero che non accada. E Manu è molto felice di rimanere il mio capitano fino alla fine della mia carriera". Sempre ammesso che si trovi l'accordo tra il portiere e il club...