Germania, figuraccia storica ma Bierhoff conferma il CT: “Assoluta fiducia in Löw, ma dovremo digerire questa sconfitta e ci vorrà tempo”

Clamoroso in Nations League: la Germania subisce sei reti dalla Spagna. Dopo questa prestazione e visto anche come è andata ai mondiali in Russia, le speranze non sono molte per quello che riguarda Euro 2021. Ma non è abbastanza per licenziare Low, come spiega l’ex milanista.

di Redazione Il Posticipo

Clamoroso in Nations League: la Germania subisce sei reti dalla Spagna e i dati confermano che le Furie Rosse potevano fare anche di più. La figuraccia è storica, questo è innegabile. Basterebbe considerare che quando la Mannschaft ha perso per l’ultima volta in maniera così pesante si chiamava ancora Germania Ovest ed era stata strapazzata per 8-3 dall’Ungheria di Puskas. Il lato positivo è che due settimane dopo i tedeschi vincevano il Mondiale del 1954 battendo in finale proprio i magiari, mentre per quello che riguarda Euro 2021, visto anche come è andata ai mondiali in Russia, le speranze non sono molte. Ma non è abbastanza per licenziare Low.

FIDUCIA – Sarà per riconoscenza dopo Brasile 2014 o perchè comunque vada i tedeschi si attengono ai piani, ma il CT non è in discussione. Lo ha spiegato il direttore della nazionale, l’ex milanista Oliver Bierhoff ad ARD: a Euro 2021 ci sarà ancora il tecnico classe 1960. “Assolutamente sì, questa partita non cambia nulla. Ci fidiamo ancora di Joachim Löw, su questo non ci sono dubbi. Quando si parla dell’allenatore della nazionale, devi lavorare e analizzare le cose a seconda dei grandi tornei. E noi al prossimo europeo vogliamo ottenere il massimo”. Non semplicissimo, quando il girone recita Francia campione del mondo, Portogallo di CR7 e anche una fastidiosissima Ungheria di Rossi e Szoboszlai.

DIGERIRE – In ogni caso, ci sarà da lavorare parecchio perchè la Mannschaft vista contro la Spagna è troppo brutta per essere vera. Bierhoff lo sa e non nasconde le problematiche evidenziate dalla disfatta subita in terra iberica. “Dobbiamo digerire questa sconfitta e ci vorrà del tempo. Tutto ciò che poteva andare male lo ha fatto. Abbiamo perso il pallone troppo facilmente e ci siamo disuniti, sono cose che non dovrebbero succedere. Non siamo stati bravi nei contrasti e a tenere il possesso della palla. Dobbiamo imparare da questa serata e trarne conclusioni che abbiano un effetto positivo”. Più facile a dirsi che a farsi. E se le cose continuano così, l’era Löw, iniziata nel lontano 2006, potrebbe terminare tra pochi mesi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy