Germania-Argentina, amichevole ma mica tanto: i tedeschi ricordano il 2014 con la coreografia e non solo…

Germania-Argentina, amichevole ma mica tanto: i tedeschi ricordano il 2014 con la coreografia e non solo…

Lo stadio di Dortmund si conferma uno dei più caldi d’Europa. Prima dell’inizio della sfida amichevole, che nel 2014 è valsa il titolo mondiale, i tifosi tedeschi hanno rovinato la serata a quelli argentini…

di Redazione Il Posticipo

Germania-Argentina altro che amichevole. Tre finali mondiali negli ultimi 32 anni, con i tedeschi in vantaggio per 2-1. Hanno perso quella del 1986, ma poi hanno vinto nell’epilogo delle edizioni del 1990 e del 2014, entrambe con lo stesso risultato: 1-0. E i tifosi non hanno certo dimenticato il successo più recente, ricordando con grande spettacolarità cosa è successo al Maracanà…

CURVA – Come riportato da Infobae, a pochi minuti dall’inizio del match, i tifosi tedeschi hanno voluto ricordare a modo loro la finale di cinque anni fa. Il muro del Signal Iduna-Park ha dato fondo alla propria fantasia organizzando una scenografia niente male. I tifosi hanno riprodotto quasi alla perfezione il gesto atletico di Gotze. Proprio quella girata al volo che, a pochi minuti dal termine, ha permesso al calciatore di siglare la rete decisiva per la conquista del titolo mondiale. Accanto all’immagine, c’è anche la stella, simbolo che campeggia anche sulle maglie tedesche. Quattro volte. Un concetto che se fosse sfuggito, è stato ribadito al momento dello schieramento in campo anche al momento degli inni…

INCUBO – In Argentina non ricordano con piacere quella finale, “funestata” dall’errore clamoroso di Higuain a tu per tu con Neuer e poi dalla rete annullata per fuorigioco al Pipita. A chiudere il cerchio, una serpentina di Messi chiusa con un tiro che lambisce il palo del portierone tedesco. Di certo il 2014 è il ricordo più doloroso, ma in generale la Germania, dal 1990 è il vero incubo dell’Albiceleste.  Fatta eccezione per l’impresa raggiunta dalla nazionale di Maradona la Mannschaft, oltre alle due finali mondiali vinte in Italia e in Brasile, ha riposto nel cassetto i sogni di gloria della nazionale sudamericana nel 2006 eliminandola ai quarti di finale, concedendo quindi il bis in Sudafrica con un secco 4-0. Meglio incontrarli solo in amichevole…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy