Genoa, Schöne è fuori dalla lista e l’agente attacca il club e Faggiano: “Scandaloso, potevano dircelo prima. Il DS forse ha altri interessi…”

Quando è arrivato al Genoa, Lasse Schöne sembrava poter dare ancora parecchio nonostante i suoi 33 anni. Ma dopo una prima stagione con 35 presenze, 3 reti e altrettanti assist, la sua esperienza in rossoblù è ormai ai titoli di coda. Il danese è fuori dalla lista per la Serie A e il suo procuratore non l’ha presa bene…

di Redazione Il Posticipo

Quando è arrivato in italia dall’Ajax, Lasse Schöne aveva appena giocato una delle sue migliori stagioni con la maglia dei Lancieri. Suo era stato il calcio di punizione che aveva chiuso i conti al Bernabeu nel clamoroso 1-4 inflitto ai campioni in carica del Real Madrid e che aveva lanciato gli olandesi verso un sogno poi infrantosi in semifinale. Di quella squadra molti avevano deciso di fare le valigie e sul talento del danese aveva puntato il Genoa. A 33 anni, il regista sembrava poter dare ancora parecchio. Ma dopo una prima stagione con 35 presenze, 3 reti e altrettanti assist, la sua esperienza in rossoblù è ormai ai titoli di coda: il Grifone l’ha escluso dalla lista per il campionato.

FAGGIANO – Un colpo duro, che Revien Kanhai, il procuratore dell’olandese, non riesce ad accettare. E le sue dichiarazioni, rilasciate a Voetbal International‘, chiamano direttamente in causa Faggiano, il DS della squadra ligure. “L’allenatore ha indicato che voleva Lasse nella formazione titolare, ma il nuovo direttore sportivo la pensava diversamente. Aveva fatto i suoi acquisti e spiegato che sarebbe stato difficile veder Schöne giocare. Lasse ha molta esperienza, così abbiamo esaminato le opzioni. Abbiamo deciso di rimanere a Genova. Sembrava un buon piano, fino a quando abbiamo scoperto che il direttore sportivo non lo ha inserito nella lista per la Serie A. È nuovo e ha portato nuovi centrocampisti. Probabilmente ha altri interessi e ha paura dell’influenza di Lasse”.

“SCANDALOSO” – Un comportamento che all’agente non è piaciuto, anche perchè è arrivato dopo che si era chiusa la finestra di trattative. E ora non c’è possibilità per il danese di andare a cercare una nuova squadra altrove. “È scandaloso che non ci abbia informato prima della fine del mercato. Avremmo potuto trovare un nuovo club in pace. È triste come il club abbia trattato Lasse. Ha giocato quasi tutta la scorsa stagione con tre allenatori, si sono salvati nonostante una rosa scarsa. E ora questo. Ma questa storia non finisce qui”. Dalla favola di quell’Ajax all’incubo dell’essere fuori rosa sono passati appena 20 mesi. Ma per Schöne deve sembrare un’eternità fa…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy