Genoa, Nicola: “Mi spiace si pensi che non abbiamo la percezione di cosa accada. Non è così”

Genoa, Nicola: “Mi spiace si pensi che non abbiamo la percezione di cosa accada. Non è così”

L’allenatore del Genoa a 360 gradi sul momento delicato vissuto dal calcio.

di Redazione Il Posticipo

L’allenatore del Genoa, Davide Nicola è in quarantena nel suo “quartier generale”. In albergo a Genova in attesa di sapere quando si ripartirà. Il tecnico ha parlato ai microfoni di Sky Sport sulla situazione attuale.

STOP – Nicola è stato fra i più attivi negli appelli: “Sfruttare la nostra visibilità per aiutare gli altri in questo momento è importante. Mi manca il campo. In certi momenti si danno troppe cose per scontate, come la tranquillità di poter fare il proprio lavoro ed essere liberi”. Il Genoa stava volando prima della sosta forzata. Una media punti da 1,6 roba più da Europa League che da salvezza. “La squadra ha lavorato bene, sono stato accolto con serietà ed entusiasmo. Il gruppo si è coeso, si è creata una alchimia importante. Un allenatore da solo può poco, il merito è da riconoscere ai giocatori e da chi lavora con noi. I ragazzi hanno qualità. La nostra idea di gioco è propositiva, ed è stata assimilata. Abbiamo trovato un equilibrio. Non voglio citare un giocatore più di un altro, lavoriamo su priorità, recepite velocemente dai ragazzi”.

FUTURO – Il percorso è ancora lunghissimo, ma ancora incerto. “Ai ragazzi ho già detto che bisogna pensare e lavorare come se si ricominci sin dalla prossima settimana. Siamo realisti, intono a noi la situazione è molto seria e ha bisogno di precedenza e priorità, ma noi non dobbiamo lasciarci andare. Il lavoro è “da casa”, abbiamo diviso il lavoro per ogni area. La squadra è responsabile. Ho un gruppo intelligente e appassionato, mi spiace leggere che la nostra categoria non abbia percezione di quello che accade. Voglio essere la persona giusta per questa avventura”. Sarebbe bello iniziare un campionato da “titolare” in panchina, con il Genoa.  “Ogni tecnico ha un suo percorso. Io spesso sono subentrato, ma la mia idea, adesso, è centrare la salvezza per poi provare a fare qualcosa di meglio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy