Il turnover, l’ultima sfida di Gattuso

Gattuso è atteso dalla sfida più difficile: gestire uomini, umori e forze in vista della decade più difficile e decisiva. Quella in cui il Milan si gioca tutto…

di Redazione Il Posticipo

Gennaro Gattuso è reduce da nove risultati utili consecutivi. Quanto basta per dimostrare che lui, al Milan, ci può stare eccome. Adesso serve l’ultimo step. Gestire gli uomini oltre che le forze, far girare i giocatori oltre che la squadra.

L’ultimo esame: la gestione del gruppo

Resta infatti l’ultimo esame. Gestire uomini ed umori in relazione dei vari impegni. Il calendario si infittisce e il Milan ha bisogno di tutti. Per quanto Gattuso privilegi una forte identità, ci sarà necessità di cambiare. Sinora hanno giocato quasi sempre gli stessi. E non può essere considerato un errore. Il Milan aveva assoluto bisogno di un’impronta, di un’identità. La squadra adesso, con i suoi pregi e difetti, ha uno zoccolo duro. Una base su cui ruotano uomini, scelte e moduli. È però arrivato il momento del turnover. Il rischio di usura è troppo alto. Il Milan ha, di fatto, rifatto la preparazione quasi da zero. E l’accavallarsi degli impegni alza in modo esponenziale il rischio di infortuni.

Occhio agli equilibri

Gattuso non deve solo dosare le forze, ma gestire gli umori del gruppo. Alcune scelte sono state piuttosto nette, ed è inevitabile che qualcuno sia scontento. In questo senso, la rotazione dovrà privilegiare gli equilibri prima ancora che le necessità fisiche. Gente come Musacchio, Zapata, Locatelli, Kalinic (quando rientrerà) Silva e Montolivo può essere ancora utile alla causa e soprattutto ha bisogno di sentire ancora la considerazione del tecnico. In un momento in cui il calendario s’infittisce, ci sarà bisogno di tutti.

Rotazione prevista in Europa League

In questo senso, il calendario, non lascia molte scelte. La corsa alla Champions e la lunga settimana romana non permettono di rifiatare. A conti fatti, il tecnico rossonero ha già scelto la strada maestra, schierando il miglior Milan possibile in Bulgaria, archiviando la qualificazione. Ciò permetterà al tecnico di dosare uomini e forze nei dieci giorni decisivi per l’immediato futuro rossonero. Con ogni probabilità Gattuso schiererà gli uomini migliori contro la Samp, con ampia rotazione contro il Ludogorets. E poi spazio alle scelte nei dieci giorni decisivi per l’assalto all’Europa che conta, al trofeo nazionale e, perchè no, al quarto posto. Roma, Lazio, Inter. Per il Milan il futuro è….adesso e passa attraverso il turnover.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy