Gasperini: “Uscire in questo modo ci dispiace, c’erano i presupposti per superare il turno”

Gasperini: “Uscire in questo modo ci dispiace, c’erano i presupposti per superare il turno”

Impresa della Fiorentina di Iachini. La Dea, finalista la scorsa stagione, abbandona immediatamente la competizione.

di Redazione Il Posticipo

L’Atalanta, che lo scorso anno è arrivata a giocarsela in Finale, esce dalla Coppa Italia contro una Fiorentina coriacea e volitiva, che non si è lasciata sfuggire l’occasione di cogliere la vittoria sfruttando le scelte di Gasperini che nel primo tempo inserisce le seconde linee e paga un prezzo altissimo.

DELUSO – Il tecnico dell’Atalanta non nasconde la propria delusione ai microfoni RAI: l’undici sceso in campo a inizio partita, a suo avviso, non hanno influito.  “Non è una questione di scelte. La squadra era affaticata. Non ha recuperato dalla sfida di Milano. Abbiamo avuto la possibilità di vincere la partita ma la Fiorentina ha più di noi. La partita di Caldara è stata molto positiva, abbiamo sbagliato qualche gol anche abbastanza facile. Oggi avevamo veramente poca energia. La Fiorentina ha voluto la vittoria di più“. Senza i big è un’altra cosa. “Loro sono entrati nel secondo tempo. L’unica differenza è la precisione nella fase difensiva. Anche nel primo tempo abbiamo creato occasioni“. Esordio di Caldara. “Pensavo fosse più indietro a livello fisico, è un giocatore che si allena da due mesi e l’ho visto subito bene. Secondo me è la sua prova è stata molto positiva”.

OBIETTIVI – Sfumata la strada più breve per l’Europa. “La Coppa Italia cade sempre in periodi difficili per noi. Abbiamo provato a superare il turno. Abbiamo comunque girato in campionato in quarta posizione. Cerchiamo di restare in corsa per tutto. Uscire in questo modo ci dispiace, c’erano i presupposti per superare il turno. Possiamo ancora ripeterci e anche migliorarci. Il merito di questa crescita non è solo mio, il fenomeno Atalanta è un insieme di componenti. Dobbiamo essere al meglio delle nostre possibilità altrimenti c’è sempre il rischio di uscire, come accaduto oggi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy