Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini torna sulla Juventus: “Spiace perché pensavamo di aver vinto la partita”

Il tecnico dell'Atalanta torna sula sfida con la Juventus prima della partita contro il Brescia.

Redazione Il Posticipo

Gasperini torna sulla sfida con la Juventus prima della partita contro il Brescia. Un derby che sembra a senso unico. Il tecnico, al netto dell'amarezza per il risultato, è apparso comunque soddisfatto della prestazione offerta dai suoi. Le sue parole sono state riprese dal sito ufficiale dell'Atalanta.

RAMMARICO - Con il passare delle ore il rammarico ha lasciato spazio alla soddisfazione per aver messo in seria difficoltà una squadra come la Juventus. "Non sono rammaricato del 2-2, la prestazione è stata talmente buona che non puoi avere rimpianti. Dispiace aver preso gol in un momento in cui pensavamo di aver vinto la partita, ma poi c'è tutto il resto.  Mi è piaciuta la sicurezza e la tranquillità con cui abbiamo giocato davanti ad una squadra che sta vincendo il campionato e che può essere protagonista anche in Europa".

DERBY  - L'Atalanta convince sul piano del gioco: "Questo per noi è motivo di soddisfazione, ma poi va abbinato al risultato. Adesso dobbiamo continuare così, dobbiamo saperci adattare ad altre partite. Ora c'è la sfida con il Brescia che comunque è un derby. Fra l'altro in n mezzo a cosi tanta rivalità calcistica c'è stato un riavvicinamento delle due popolazioni, colpiste nello stesso modo. L'identificazione di due territori può essere qualcosa di altamente positivo".

CHAMPIONS - Il ritorno in Europa è quasi garantito, per poi giocarsi tutto ad agosto. Tre partite per un sogno. "Le motivazioni dell'avversario saranno altissime, ma  noi dobbiamo pensare che con tre punti  tagliamo fuori il Napoli e a cinque giornate dalla fine sarebbe un grandissimo traguardo".. "È qualcosa di straordinario se penso a quando sono arrivato qui quattro anni fa. Vogliamo però proseguire, ci sono l record di punti, di gol e di vittorie da raggiungere: ci sono tante cose per poter fare bene nelle ultime sei partite".