Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini: “Soddisfatti di ciò che abbiamo. Se la delusione diventa più grande dei traguardi è un problema”

BERGAMO, ITALY - MARCH 12: Gian Piero Gasperini, Head Coach of Atalanta during the Serie A match between Atalanta BC  and Spezia Calcio at Gewiss Stadium on March 12, 2021 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Il tecnico della dea si tiene stretti i suoi risultati.

Redazione Il Posticipo

Il Milan non muore mai. Vince a Bergamo e salva la Champions League. Competizione in cui l'Atalanta di Gasperini era già approdata con discreto anticipo. Rossoneri apparsi più motivati e soprattutto più in palla fisicamente della Dea, arrivata un po' con il fiatone agli ultimi 90' di gioco.

FATICA - Gasperini analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport. Un po' di fatica si è fatta sentire. "L'Atalanta ha fatto la sua partita ma l'ambizione di un secondo posto non poteva essere più forte della voglia del Milan di entrare in Champions. Essere già fuori da questa mischia per noi è già un ottimo risultato. Quest'anno all'inizio della stagione nessuno poteva immaginare di fare a meno di Gomez e Ilicic e invece la squadra è stata ugualmente straordinaria anche perdendo un po' di qualità. La squadra ha cambiato pelle, ma è riuscita ugualmente a segnare 90 gol e confermarsi il miglior attacco della serie A. E la crescita dei calciatori è stata enorme. Questa qualificazione è stata la più complicata anche per le scelte".

TROFEO - Stagione che si chiude senza trofei, ma anche arrivare per tre volte consecutive in Champions e centrare la finale di Coppa Italia per due anni su tre è un risultato considerevole. "Penso, in tutta sincerità, che l'Atalanta abbia raggiunto il suo livello più alto possibile. Tutto quello che ci siamo creati, lo abbiamo fatto strada facendo confrontandoci con i più forti. Credo che dobbiamo essere soddisfatti di ciò che abbiamo. Se la delusione diventa più grande dei traguardi raggiunti diviene un problema. La torta è stata molto grande e molto gustosa se penso a tutto l'anno solare. Poi è vero che ci sono altri trofei ma siamo felicissimi di tutto questo. Questa è stata una stagione durissima. Abbiamo iniziato a giocare a giugno, siamo arrivati a un passo dalla semifinale. Abbiamo bisogno di riposare un po' dopo 70 partite".