Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini: “Prima di parlare di Europa o di Champions occorre costruire la squadra ma non faccio nomi…”

Gasperini: “Prima di parlare di Europa o di Champions occorre costruire la squadra ma non faccio nomi…” - immagine 1
Vittoria 10 - 0 con la Rappresentativa delle Valli Bergamasche. Poco per considerarlo un test di alto livello, abbastanza per trarre le prime indicazioni.

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta diverte e si diverte con la Rappresentativa delle Valli Bergamasche. Risultato di 10 - 0, poco per considerarlo un test di alto livello, abbastanza per trarre le prime indicazioni. Gasperini si è soffermato ad analizzare la sfida amichevole. Le sue parole sono riprese da tmw.

BILANCIO

Il tecnico è soddisfatto ed è pronto anche ad aprire un nuovo ciclo: "Bilancio positivo, ho visto una gruppo carico di motivazioni e con grande voglia di allenarsi e spirito di sacrificio. In questo momento la priorità è curare l'aspetto atletico, poi cercheremo anche soluzioni sul piano tattico. Ho visto anche Ederson, è un calciatore che abbiamo cercato non credo avrà problemi nell'inserirsi, ha le caratteristiche necessarie al nostro gioco. In generale comunque non avremo grandi problemi nel ricambio generazionale perché nel settore giovanile ci sono elementi che possono aggregarsi in prima squadra e dare profondità alla rosa".

MERCATO

Resta da capire chi parte e chi resta. "Ho sempre detto che l'Atalanta ha due esigenze. Una è rinforzarsi, l'altra è ringiovanire. Entrambi gli obiettivi possono essere raggiunti dal mercato ma in questa fase nessuno compra e dunque nessuno vende. Per adesso ci sono idee e trattative ma il mio ruolo è quello di cominciare a capire quale sarà la squadra e lavorarci su. Miranchuk, Ilicic e Lammers stanno lavorando e siamo anche legati a loro ma dobbiamo anche pensare a chiudere il cerchio. Ci sono tanti giocatori e ci si può sbizzarrire con la fantasia, io non faccio nomi".

Gasperini: “Prima di parlare di Europa o di Champions occorre costruire la squadra ma non faccio nomi…”- immagine 2

PROSPETTIVE

L'Atalanta deve ancora capire anche quale sarà il proprio ruolo. "Prima di parlare di Europa o di Champions occorre costruire la squadra. E poi quando sarà chiuso il mercato valutare i rapporti di forza rispetto alle altre. Fra l'altro questa stagione è molto particolare. Fino al primo settembre si giocheranno quattro partite e vi saranno trattative ancora in corso non so se e quando la situazione si potrà sbloccare. E poi si giocherà senza sosta sino a novembre. Ed è li che dovremo capire cosa succederà".