calcio

Gasperini: “Prestazioni mai mancate, adesso ci rituffiamo nel campionato”

Dopo un febbraio nerissimo una serata azzurra. L

Redazione Il Posticipo

Dopo un febbraio nerissimo una serata azzurra. L'Europa è diventata l'isola felice di una squadra che ha trovato la sua dimensione in Europa. Tre gol all'Olympiacos per dimenticare alti e bassi, con più alti che bassi, delle ultime settimane. Gasperini analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

SODDISFATTO  - Il tecnico è molto soddisfatto della prova dei suoi. ""Un buon risultato che ci permette di qualificarci a una manifestazione in cui è sempre bello giocare. Non era facile ambiente molto caldo ma abbiamo fatto una buona prestazione un risultato importante. Arrivare agli ottavi in Europa League è un risultato importante è un  bel passaggio". Europa ricostituente. "Noi ci siamo trovati molto bene anche in campionato è stato un mese particolare, siamo li, continueremo a giocare le nostre partite nel rispetto di tutti e faremo le migliori prestazioni possibili".

 BERGAMO, ITALY - MARCH 12: Gian Piero Gasperini, Head Coach of Atalanta during the Serie A match between Atalanta BC and Spezia Calcio at Gewiss Stadium on March 12, 2021 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

RIPARTENZA -  L'Atalanta al netto delle difficoltà in campionato ha alzato le marce in Europa. Questa vittoria può essere anche una ripartenza per il... giardino di casa proponendosi per un percorso importante.   "Questa sera già è andata bene che non abbiamo perso nessuno. Siamo reduci da buone prestazioni, adesso ci ributtiamo nel campionato. Non abbiamo avuto stop dovuti alle prestazioni, siamo calati perché ci sono state delle defezioni in attacco e queste pesano, non abbiamo mai cercato alibi e giocato ottime partite sfiorando la vittoria con Lazio e Juventus e Inter, negli ultimi giorni sono successe cose troppo difficili da rimediare per risalire in classifica. Speriamo di recuperare presto qualche elemento che ci possa aiutare, altrimenti continueremo a giocare le nostre partite con grande dignità. Viviamo un momento molto particolare, Malinovskyi ha ancora parenti e affetti in Ucraina gli ho chiesto se si sentiva di giocare ha giocato una grande partita. Sono contento per lui, il calcio a volte non risolve i problemi ma un piccolo contributo lo può anche dare per rendere tutti più vicini. Spero che la crisi si possa risolvere.