Gasperini: “Non era facile. Contro la Juve sarà difficilissimo ma ci proveremo”

L’Atalanta vola in finale di Coppa Italia. Il tecnico analizza la vittoria contro il Napoli

di Redazione Il Posticipo

L’Atalanta vola in finale di Coppa Italia. Il tecnico analizza la vittoria contro il Napoli che schiude le porte del sogno della coccarda tricolore. Una notte indimenticabile per Pessina, che non ha mai tradito Gasperini, né da subentrato né dal primo minuto.

RISULTATO –  Qualificazione costruita nel primo tempo e gestendo la ripresa. “Siamo stati attenti a non subire gol, avevamo deciso di partire senza pressare alto, poi abbiamo alternato durante la gara. Il gol è arrivato presto e ci ha aiutato perché il Napoli è una squadra forte, pericolosa, ha qualità. Sapevamo che anche quando si era messa bene la partita, avremmo sofferto. Il terzo gol ha chiuso la partita, siamo stati abili a sfruttare gli spazi. Pessina ci sta dando moltissimo, ma faccio fatica a stilare delle classifiche di rendimento”. Ritrovato anche Zapata. “Non avevo mai avuto dubbi, questa è una stagione anomala, non è facile, ci sono tante partite in poco tempo, noi proviamo a gestire la batteria di attaccanti, ma al netto del gol che ha realizzato è utilissimo per la squadra”

CONTINUI – Resta da limare il limite della continuità. “Non era facile contro un Napoli così forte e motivato tirare fuori la prestazione. Non era facile, giochiamo molto spesso, con una continuità incredibile. Non è sempre facile mantenere la stessa concentrazione e la qualità che ci contraddistingue, ma cerchiamo di essere dentro a tutti gli obiettivi. Adesso siamo in finale di Coppa Italia, restiamo in corsa per il quarto posta e sentiamo l’adrenalina del confronto storico con il Real in Champions”.

OBIETTIVI – Atalanta in corsa su tre fronti. Sarebbe importante concretizzare. “L’importanza di vincere un trofeo resta ma credo che anche le qualificazioni storiche e il terzo posto in campionato aiuta a crescere la società e la squadra. Credo sia molto complicato scegliere un obiettivo, probabilmente non vinceremo la Champions League, ma eliminare il Real Madrid sarebbe un risultato storico. Abbiamo vissuto una serata straordinaria e speriamo di giocare una bella finale a Maggio quando incontreremo una squadra fortissima, favoritissima, ma ci proveremo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy