Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini: “L’idea dei playoff non mi dispiace. L’arrivo di Boga non riguarda Muriel, Luis è importantissimo”

Gasperini: “L’idea dei playoff non mi dispiace. L’arrivo di Boga non riguarda Muriel, Luis è importantissimo” - immagine 1

Pandemia, mercato, calendario asimmetrico. C'è di tutto nella conferenza stampa di Gasperini, che nella prima giornata del girone di ritorno affronterà il Torino del suo allievo Juric.

Redazione Il Posticipo

Pandemia, mercato, calendario asimmetrico. C'è di tutto nella conferenza stampa di Gasperini, che nella prima giornata del girone di ritorno affronterà il Torino del suo allievo Juric. Il tecnico dell'Atalanta fa la conta degli assenti, spiega l'arrivo di Boga e dice anche la sua sulla nuova formula del campionato, che è alla sua prima applicazione.

COVID E CALENDARIO - Si gioca in una situazione complicata, in cui ai classici problemi di formazione si aggiunge anche l'incubo del Covid. Un qualcosa che ha colpito anche l'Atalanta."Ci dispiace per questa situazione, la contagiosità è enorme, ma per fortuna i giocatori sono meno sintomatici. Ed è una situazione che colpisce tutti. Per noi domani in campo non ci saranno Musso e Palomino, che sono risultati positivi al tampone, oltre a Gosens, Zapata e a Freuler che è squalificato". Si gioca con un calendario nuovo, che non prevede partite importanti per la Dea nel rush finale. In teoria, una cosa positiva, in pratica...una sfida in meno che fa pensare a un'altra modalità. "Può essere una novità, potrebbe essere qualcosa di buono, ma non mi piace che non ci siano scontri diretti nella fase finale.  Tanti vorrebbero i playoff. Bisognerebbe avere più scontri diretti a fine stagione, ma è un'idea che non mi dispiace".

MERCATO - Impossibile poi non parlare del primo grande acquisto, Boga, arrivato dal Sassuolo. "Abbiamo preso un ottimo giocatore, l'unica problema è che dobbiamo aspettare. Ma abbiamo coperto un ruolo in cui eravamo scoperti, quindi avremo un giocatore in più". E questo non vuol dire che Muriel possa lasciare Bergamo. "La questione non riguarda Luis, che per noi resta un giocatore fondamentale. Le migliori stagioni sono state quelle in cui c'è stato in tutte le gare, qualche volta entrando dall'inizio qualche volta a gara in corso. In quella maniera è stato un giocatore importantissimo e noi abbiamo bisogno di quel Muriel lì. Prima della sosta sembrava un calciatore pronto, in forma, e in quelle condizioni ci può dare un aiuto". E poi un appunto sulla difesa. "Stiamo a posto, ma bisogna sempre guardare alle opportunità". Del resto, come ha spiegato Gasp, non è che il mercato possa essere considerato già chiuso il 5 gennaio...