Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini: “La squadra dà quel che può, manca lucidità”

BERGAMO, ITALY - MARCH 12: Gian Piero Gasperini, Head Coach of Atalanta during the Serie A match between Atalanta BC  and Spezia Calcio at Gewiss Stadium on March 12, 2021 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Le emozioni quando Atalanta e Lazio si incrociano non mancano mai.

Redazione Il Posticipo

Le emozioni quando Atalanta e Lazio si incrociano non mancano mai. La Dea continua ad avere un rapporto conflittuale con il Gewiss Stadium ma questa volta riesce a non perdere con i biancocelesti acciuffando il pari per due volte in pieno recupero. Una sfida giocata con la consueta intensità per la Dea che ha mostrato enorme carattere, recuperando per due volte il risultato. Gasperini analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

CARATTERE - Un pareggio trovato segnando sia nel primo che nel secondo tempo a pochi attimi dal fischio finale. Una delle più belle partite del campionato, giocata a viso aperto. Al di là del risultato, resta una prestazione che dà delle certezze che Gasperini stava cercando. "Sono soddisfatto, la squadra ha giocato sempre per vincere. In questo momento l'Atalanta dà quel che può, poi in campo commettiamo errori tecnici che ci costano cari. Siamo stati bravi a non mollare e a giocarcela sino alla fine. La Lazio ha giocato la sua partita, l'abbiamo sofferta, ma abbiamo un grande spirito. C'è voglia e forza di arrivare al risultato e questo è confortante".

RINCORSA - Pareggio fondamentale, per come si era messa la partita, sia per le ambizioni che per la classifica nerazzurra, anche se c'è la sensazione che ripetere le cavalcate straordinarie della passata stagione sia complicato perché la squadra fatica a vincere in casa e spesso si trova a rincorrere. "Arriveremo presto ad avere soddisfazioni anche giocando in casa, specialmente se manterremo questo ritmo di gioco. L'Atalanta dà il meglio quando va in vantaggio perché trova più spazi. Recuperando le assenze siamo in grado di poter dire la nostra in campionato. Non è un problema di gol, anche con la Lazio ne abbiamo fatti due, ma di condizione in cui si mettono le partite. Spesso dobbiamo rincorrere. E comunque impieghiamo un po' troppo tempo prima di trovare la via della rete. A volte basta un tocco o un controllo più preciso nell'ultima giocata. Abbiamo i concetti giusti, serve la lucidità e la precisione per andare a trovare la via della rete altrimenti siamo costretti a recuperare. Adesso recuperiamo le energie, siamo attesi da una sfida importante".