Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini: “La partita poteva mettersi male, ho visto una reazione di qualità”

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

L'Atalanta si conferma molto più a suo agio in trasferta.

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta si conferma molto più a suo agio in trasferta. Vince e si impone con classe a Genova. Dopo un primo tempo equilibrato la Dea ha imposto la legge del più forte, sia dal punto di vista qualitativo sia di intensità. Una vittoria importantissimo che rilancia le ambizioni della squadra nerazzurra, tornata in piena zona Europa che conta. Gasperini, che ha visto la partita dalla tribuna, ha analizzato la sfida ai microfoni di DAZN.

CHIUSA - A differenza della sfida con l'Udinese, l'Atalanta non si è fatta sorprendere. "Quando la partita rimane aperta la percentuale di gol realizzati come quelli subiti con l'Udinese è molto bassa. Oggi è andata meglio, non abbiamo preso gol". Una vittoria costruita anche sui singoli. "Siamo stati bravi anche perché abbiamo subito gol presto e la partita poteva mettersi male. La reazione al gol preso è stata di qualità. Non è facile ribaltare così queste partite, abbiamo sprecato la possibilità di chiuderla ma è evidente che in partite come queste chi ha numeri si esalta un po' di più".

RECUPERI - Decisivo il rientro di De Roon. Uno dei fedelissimi del Gasp. Da quando è rientrato, la squadra sembra aver ritrovato l'equilibrio. "Il rientro di De Roon è importante è il nostro factotum dove lo metti gioca,  l'ho messo in difesa per dare spazio anche ad altri ed anche perché ero sicuro che sarebbe riuscito a esprimersi bene in qualsiasi posizione giochi. Citerei Lovato e Scalvini, si stanno inserendo bene, hanno personalità e per noi rappresentano una risorsa importantissima".

ESTERNI - Decisivo anche il cambio degli esterni. Dal piede di Zappacosta sono partiti gli assist per la rete del pareggio e quella del vantaggio. Scelte azzeccate ma studiate in allenamento. "Zappacosta si esprime bene su entrambe le fasce. Per noi rappresenta una possibilità in più per attuare soluzioni tattiche diverse. Mi spiace aver perso Palomino. Spero di poter recuperare Toloi e Demiral. In ogni caso il ragazzo sarebbe andato a riposo, ha giocato otto partite di fila, speriamo che non sia un infortunio lungo. Adesso però dobbiamo tornare a fare punti in casa anche se quelli che abbiamo smarrito ci hanno lasciato in eredità più di qualche dubbio oltre che un normale rammarico".