Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini: “Il risultato ci sta stretto ma usciamo rafforzati da questa partita”

(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

La Dea lascia San Siro con più di qualche rimpianto.

Redazione Il Posticipo

Un golletto di Skriniar e una Inter che bada molto più a portare a casa il risultato che all'estetica permette ai nerazzurri di superare una Dea quanto mai volitiva a San Siro. La Dea gioca una partita di grande personalità e mette in gravissima difficoltà la capolista che soffre moltissimo. Al netto della sconfitta, Gasperini si può consolare con la bontà della prestazione. Se l'Inter era un banco di prova per testare ambizioni e condizione in vista del Real, le prospettive sono comunque confortanti. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

ATTEGGIAMENTO - L'Atalanta avrebbe meritato almeno un punto, ma ha sbattuto contro la solidità dell'Inter. "Abbiamo fatto la partita come volevamo giocare sia nel primo che nel secondo tempo. La sconfitta è arrivata su una palla ballerina da calcio d'angolo. Un episodio. Invece Handanovic ha sventato palle gol molto nitide. Siamo soddisfatti della gara e arrabbiati per il risultato. Il risultato ci va molto stretto, ma abbiamo giocato contro l'Inter e ne usciamo rafforzati. Questa è una squadra che non concede moltissime occasioni. Dovevamo essere un po' più cinici e trovare la giocata giusta. Contro una squadra che si schiera così bassa è difficile presentarsi nell'uno contro uno davanti al portiere".

REAL - Con questa Atalanta, che per lunghi tratti ha fatto la partita, è lecito pensare che a Madrid sarà sfida apertissima. In fondo era quello che Gasperini voleva vedere. "Era obiettivamente difficile giocare con questa squadra, siamo stati bravi a non concedere molto e per questo ancora più rammaricati per non aver portato a casa un risultato positivo. Senza l'infortunio Zapata non sarebbe uscito, la sua fisicità ci sarebbe stata utile ma comunque abbiamo sempre mantenuto un buon equilibrio. Usciamo da questa partita con l'adrenalina necessaria che ci sarà utile per le prossime partite. Ci giochiamo tutto in pochi giorni e in pochi punti, ma mi conforta che abbiamo sempre fatto risultato. Dobbiamo essere molto soddisfatti di quello che stiamo facendo. Se pensiamo che dobbiamo battere Inter per lo scudetto, Real Madrid per la Champions e Juventus per la Coppa Italia ci si rende conto della dimensione raggiunta da questa squadra".

Potresti esserti perso