Gasperini, idee chiare: “La squadra ha preso consapevolezza. Sappiamo quali sono i nostri obiettivi”

Gasperini, idee chiare: “La squadra ha preso consapevolezza. Sappiamo quali sono i nostri obiettivi”

Gasperini indica la via da seguire alla vigilia del match contro l’Udinese.

di Redazione Il Posticipo

Gasperini indica la via da seguire. Il tecnico dell’Atalanta, nell’intervista pubblicata sul canale ufficiale del club nerazzurro, analizza la situazione della Dea alla vigilia del match contro l’Udinese

RIPRESA – L’Atalanta ha ripreso esattamente da dove aveva finito. Gol e spettacolo. “Abbiamo fatto due ottime gare, strappando altrettante importantissime vittorie. Come sempre c’è un po’ di incertezza quando si riparte dopo tanto tempo, ma entrambe le sfide sono andate molto bene e ci hanno dato slancio per le prossime. Questa situazione è anomala. Giocando ogni tre giorni dobbiamo essere capaci di non abbatterci se arrivano risultati negativi e di dimenticare anche quelli positivi. E soprattutto dobbiamo sempre pensare alla gara successiva perché ogni match presenta difficoltà diverse ogni volta. Ne mancano ancora undici e sono molti”.

PROSPETTIVE – L’Atalanta è talmente bella ed efficace da apparire difficilmente migliorabile. Gasperini però intravede ulteriori margini. ” Gli aspetti da sistemare ci sono sempre. Si possono migliorare tante situazioni e il fatto di giocare con questa continuità, ci mette nella condizione di poter crescere subito negli episodi andati meno bene”. Calendario alla mano, la sfida con l’Udinese è l’occasione per allungare ulteriormente: “Loro arrivano da un ko a Torino dove hanno giocato una ottima gara. L’Udinese è una buona squadra, migliore di quella che è la sua classifica in questo momento. Come sempre, a Udine sarà difficile anche se non c’è l’apporto del pubblico. Dovremo recuperare la migliore attenzione e concentrazione”.

CHAMPIONS – Obiettivo: tornare in Champions prima della grande avventura. “La squadra sta bene, ha preso consapevolezza da queste due vittorie e ha chiaro quello che è l’obiettivo. Siamo concentrati per poterlo raggiungere. Non viviamo delle settimane regolari, perché si gioca molto e ci si allena meno, ma le partite sono il test migliore per mettere a fuoco le cose andate meno bene e allo stesso tempo per confermare quanto di buono abbiamo messo in mostra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy