Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini: “Episodi hanno compromesso la qualificazione, ma non ci siamo espressi al meglio”

BERGAMO, ITALY - MARCH 12: Gian Piero Gasperini, Head Coach of Atalanta during the Serie A match between Atalanta BC  and Spezia Calcio at Gewiss Stadium on March 12, 2021 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

La squadra ha faticato parecchio contro un Real Madrid apparso dominante sul piano tecnico.

Redazione Il Posticipo

Atalanta fuori dalla Champions. La squadra ha faticato parecchio contro un Real Madrid apparso dominante sul piano tecnico. La Dea ha tenuto botta atleticamente ma si arrende alla maggiore qualità. Gasperini analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport. "Non abbiamo giocato la partita che speravamo sotto l'aspetto tecnico. Non siamo riusciti a prendere le contromisure. Questo è il nostro rammarico maggiore. Se non si trasmette bene il pallone non si sviluppano giocate in grado di mettere in difficoltà l'avversario".

EPISODI - Sfida subito in salita. "Gli episodi hanno compromesso una qualificazione che sarebbe stata difficile comunque. Sapevamo che sarebbe stata difficile, peccato. Questa gara ha preso una strada sbagliata, noi ci abbiamo messo del nostro, si poteva fare meglio. Resta comunque una esperienza fantastica per tutti. Ci si confronta a livello internazionale, siamo comunque soddisfatti, abbiamo eliminato l'Ajax. Ci resta l'amaro in bocca. Non so se avremmo superato il turno ma poteva andare diversamente. Ci resta la serie A, tutte le nostre energie adesso saranno rivolte al campionato, cercheremo di incanalarle al meglio"

SCELTE - Sportiello responsabile sul gol. Zapata e Ilicic in panchina. "Non volevo arrivare a fine gara avendo lasciato tutto in campo. Zapata non ha giocato dall'inizio perché aveva qualche problemino fisica. Il piano di partita era di portare la sfida al secondo tempo e magari ai supplementari per poter sfruttare i cambi. Il primo gol ha un po' scombinato i piani, altrimenti ci saremmo potuti giocare le nostre possibilità. Più delle scelte rimpiango i gol presi".

EUROPA - La sensazione è che il calcio italiano sia indietro. "Indubbiamente siamo di fronte a squadre e giocatori che hanno un livello superiore a livello tecnico, fisico e di intensità. E questo ovviamente ci porta a sbagliare di più. Questo però deve fungere da spinta per migliorarsi. Speravo che la squadra si esprimesse meglio nel costruire situazioni. Il rammarico più grosso è dal punto di vista tecnico. Potevamo fare meglio".

Potresti esserti perso