Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasperini: “Ci mancano due punti ma accettiamo comunque il pari”

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

L'Atalanta non riesce ad andare oltre il pareggio contro il Bologna

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta non riesce ad andare oltre il pareggio contro il Bologna che ha trovato le contromisure giuste per mandare di traverso il ritorno al Gewiss della Dea davanti ai propri tifosi. Nerazzurri apparsi piuttosto nervosi dopo non essere riusciti a sbloccare subito la partita. E resta qualche dubbio sul tocco di mani di De Silvestri che non è stato segnalato. In ogni caso, Gasperini accetta il risultato finale e analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

RESISTENZA - La sintesi della sfida. L'Atalanta ci ha provato, ma gli emiliani hanno resistito. L'assedio finale non è bastato per avere la meglio su un avversario che è rimasto aggrappato con le unghie e i denti alla partita. "Arrivato un pareggio, un risultato che ci lascia comunque soddisfatti perché la squadra ha comunque messo in campo  una prestazione notevole. La sfida è stata molto intensa. Abbiamo creato tanto. Ci mancano due punti, ma accettiamo comunque il pari anche perché la squadra ha fatto davvero di tutto per vincere".

 BERGAMO, ITALY - MARCH 12: Gian Piero Gasperini, Head Coach of Atalanta during the Serie A match between Atalanta BC and Spezia Calcio at Gewiss Stadium on March 12, 2021 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

PROSPETTIVE - Al netto dell'episodio, un'Atalanta che ha stranamente stentato in fase realizzativa negli ultimi sedici metri. Le gambe sembrano un po' pesanti.  "Se non sblocchi le partite all'inizio, specialmente contro avversari del genere, diviene complicato e non si riesce a vincere. Abbiamo avuto una superiorità notevole e anche nei primi 45' c'erano le possibilità. Il campo ci ha penalizzato, stranamente non era nelle condizioni migliori. Abbiamo creato diverse opportunità, pressato tantissimo, non siamo riusciti a segnare. Ed il pareggio è figlio di queste situazioni. Muriel non si è innervosito, ha giocato la sua partita, gli è mancato lo spunto decisivo, non è stato aiutato ma ha disputato una buona prestazione. Di solito è più preciso. Faccio fatica a contestare la prova dei miei giocatori".