Gasp richiama i suoi: “Campanello d’allarme per le prossime partite, abbiamo avuto problemi di ogni tipo”

Nello scontro tra Gattuso e Gasperini, a fare l’Atalanta…è il Napoli. I nerazzurri sono travolti da un primo tempo eccezionale da parte dei partenopei, che colpiscono quattro volte prima che la squadra bergamasca possa avere una reazione. E Gasp cerca di spronare i suoi.

di Redazione Il Posticipo

Nello scontro tra Gattuso e Gasperini, a fare l’Atalanta…è il Napoli. I nerazzurri sono travolti da un primo tempo eccezionale da parte dei partenopei, che colpiscono quattro volte prima che la squadra bergamasca possa avere una reazione nella ripresa con la rete di Lammers. Difficile nelle ultime straordinarie annate trovare un match in cui Gomez e compagni siano stati messi sotto come gli è avvenuto con Lozano e Osimhen. Il lato positivo resta il ritorno dal primo minuto di Ilicic e il fatto che la Dea sia comunque a quota 9 in quattro partite, facendo meglio della scorsa stagione quando a questo punto del campionato aveva raccolto sette punti.

CAMPANELLO – E Gasperini a Sky Sport ha le idee chiare su come cambiare marcia. “Il Napoli ha fatto un primo tempo di alto livello e noi no, il divario è stato notevole. Dobbiamo pensare a quello che non siamo riusciti a fare e interpretarlo come un campanello d’allarme per le prossime prestazioni. Abbiamo avuto problemi tecnici, tattici, atletici, il Napoli è stato superiore e abbiamo preso gol evitabili e in pochi minuti. È stata una giornata così e da questa dobbiamo imparare”. Lo sguardo è ovviamente rivolto alla partita con il Midtjylland, “avversario non all’altezza del Napoli ma che corre parecchio”.

ILICIC – Sulla classifica però Gasp non si sbilancia, nonostante parecchie lacune difensive mostrate con il Napoli. “Mai detto che dobbiamo lottare per lo scudetto. E il fatto che la squadra sia stata la quinta difesa lo scorso anno è giusto”. E non può mancare una menzione per il grande ritorno di giornata. “Ilicic è una delle poche note positive, ha dimostrato di aver recuperato la forma e giocando migliorerà di condizione. Soprattutto con una squadra attorno migliore che lo supporta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy