Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gasp e i problemi in attacco: “Zapata c’è, ma non so se dall’inizio. Muriel dovrà stare fuori parecchio”

BERGAMO, ITALY - MARCH 12: Gian Piero Gasperini, Head Coach of Atalanta during the Serie A match between Atalanta BC  and Spezia Calcio at Gewiss Stadium on March 12, 2021 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Nonostante molti calciatori stanchi e altri infortunati, nella conferenza stampa che precede il match con la Fiorentina di Italiano il tecnico dell'Atalanta tiene alto il morale.

Redazione Il Posticipo

Una vittoria all'ultimo secondo con il Torino e un pareggio contro il Bologna. Non certo risultati da disprezzare, ma quando si parla dell'Atalanta, che negli ultimi anni ha abituato a vincere e convincere sempre o quasi, fanno pensare a un avvio col freno a mano tirato. Ma la Dea è un diesel, che dà il meglio nella fase calda della stagione e quindi già partire bene, anche se non perfettamente, è segnale di fiducia. Questo Gian Piero Gasperini lo sa e, come riporta Tuttomercatoweb, nella conferenza stampa che precede il match con la Fiorentina di Italiano tiene alto il morale. Il tutto, nonostante la pausa per le nazionali abbia creato qualche grattacapo, anche considerando che i bergamaschi scendono in campo sabato...

ZAPATA - La situazione, però, è quella che è. E Gasp farà come sempre di necessità virtù.. "La situazione è quella che conosciamo, ieri è stato il primo giorno per tanti, domani si inizia a giocare. Ma questo è il calendario, riguarda tante squadre. L'Atalanta è stata una delle più penalizzate, ma superato questo discorso c'è la gara di domani contro la Fiorentina. Dobbiamo rientrare velocemente nel campionato". E tutto potrebbe essere pronto per il rientro di Duvan Zapata, che ha saltato le prime due partite per infortunio... "Secondo me sta bene, si sta allenando con la squadra. Chiaramente rispetterò la sua condizione, farà parte della squadra ma non so se dall'inizio o partirà dalla panchina".

MURIEL - Anche perchè l'altro colombiano, Muriel, è fuori dai giochi per una lesione muscolare. "La sensazione è che dovrà stare fuori parecchio, spero di recuperarlo dopo la sosta, ma è stato un bel guaio. Spero di riaverlo anche prima". Il momento è complicato, perchè ora comincia anche la Champions. Un qualcosa che toglierà energie, ma a cui l'Atalanta è ormai abituata. "Abbiamo acquisito tanta esperienza, abbiamo esperienza maggiore nel giocare partite ravvicinate. La variabile imponderabile riguarda gli infortuni, ma abbiamo un buon modo di gestire le gare". Dunque, niente lamentele e si scende in campo. "Domani sarà una bella partita, arriva un po' raffazzonata nei tempi della preparazione, ma è inutile che ci attacchiamo a questa roba. Ogni giorno deve essere sufficiente, spero di avere un po' di continuità di partite. Siamo passati da un periodo di torpore a uno in cui sei dentro il frullatore. Va bene, accendiamo l'interruttore". E quando la Dea lo fa...sono problemi per le altre.