Galliani: “Senza la nebbia di Belgrado il Milan avrebbe vinto qualche Coppa in meno”

Una memoria storica di una partita indimenticabile.

di Redazione Il Posticipo

Adriano Galliani, ceo del Monza, ha parlato a Sky Sport ai margini della presentazione dello sponsor della squadra biancorossa che sogna la prima volta in serie A. Inevitabile, parlare anche del Milan impegnato in una trasferta che ha scritto la storia rossonera in Europa in una delle sliding doors più clamorose della storia del calcio.

PROSPETTIVE –  Si parla dell’esperienza in Brianza. Una squadra costruita per vincere e che tutto sommato è in linea con gli obiettivi di inizio stagione. “Il Monza è una squadra che è stata creata per andare in A. Lo sport non è una scienza esatta ma siamo al secondo posto. Eppure si parla tanto dell’ultima sconfitta casalinga, ma siamo al secondo posto e con sette punti conquistati in tre trasferte. Anche se giocando senza tifosi parlerei di campo neutro. Mi auguro che il passo falso con il Pisa sia un episodio”. Secondo posto, come il Milan. “L’ultimo weekend è stato molto triste. La mia vita non è cambiata, quando ero CEO a Milano tifavo per il Monza, esattamente come adesso. Non sono rimasto certamente soddisfatto della sconfitta con Lo Spezia, ma va ricordato che non perdeva da mesi. Va ricordato che si gioca un derby fra prima e seconda in classifica. Ho un weekend molto lungo, ma riuscirò a conciliare gli impegni. Monza, Milano e poi Roma per le elezioni del Presidente Federale”.

BELGRADO  – La sfida con la Stella Rossa riporta a ricordi indelebili. Il primo Milan che torna a vincere in Europa e apre un ciclo straordinario e forse irripetibile. “Tante volte mi sono chiesto cosa sarebbe successo senza la nebbia di Belgrado. Probabilmente avremmo vinto comunque molto, ma non quanto senza quella nebbia. Non sarebbe arrivata la Coppa dei Campioni successiva contro il Benfica, perché in quell’anno lo scudetto lo vinse l’Inter e c’era spazio solo per chi vinceva il campionato. E la vittoria con i portoghesi ci ha permesso di giocare anche l’edizione successiva della Coppa dei Campioni”. Quando si incrocia la Stella Rossa, poi ii rossoneri vincono in Europa. “Il Milan è una squadra importante, ha una squadra di prim’ordine e si è rinforzata moltissimo in attacco. Incontrare la Stella Rossa poi aiuta a vincere le coppe.  Ricordo anche il gol di Pippo Inzaghi nel 2007 che ci permise di passare il turno. Mi auguro che il Milan possa vincere l’Europa League”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy