Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Galacticos anche in allenamento: “Ronaldo era Ben Johnson. Roberto Carlos correva i 100 in 10”. Zidane invece…”

(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Il preparatore del Real Madrid dei Galacticos ricorda le sessioni in compagnia dei fuoriclasse. Molti dei quali avrebbero potuto pensare a un futuro...nell'atletica leggera.

Redazione Il Posticipo

Oggi la squadra che sembra quasi fatta...ai videogiochi è il Paris Saint-Germain, ma c'è stato un momento della storia del calcio in cui questa distinzione apparteneva al Real Madrid, che nei primi anni Duemila decide di comprare...praticamente chiunque. E com'era la vita ai tempi dei Galacticos? A raccontarlo ci pensa, in un'intervista rilasciata Marca, José Luis San Martín, ex preparatore atletico del Real Madrid. Uno che ha avuto la fortuna di allenare, tutti insieme, Figo, Beckham, Roberto Carlos, Raul, Ronaldo e Zidane. Ogni allenamento della Casa Blanca, allora, era una sorta di spot per il calcio. E non solo...

VELOCISTI - Ogni calciatore aveva una sua peculiarità. Perfettamente complementare con quella dei compagni di squadra. Come i due velocisti, Ronaldo e Roberto Carlos. "Ricordo che Roberto aveva una grandissima accelerazione. Ha coperto i 100 metri in dieci secondi e otto decimi. Non ho mai visto in un calciatore una massa muscolare come le gambe di Carlos, provenivano da un altro pianeta: sembrava un bodybuilder". E anche Ronaldo, sebbene reduce dal gravissimo infortunio, aveva conservato lo scatto sul breve: "Ronnie sarebbe stato un magnifico velocista, con caratteristiche molto simili a Ben Johnson. Aveva una fibra veloce molto potente, ma si stancava facilmente. Era molto esplosivo, aveva bisogno di lavoro aerobico per aumentare la sua resistenza. Era in grado di scattare senza perdere velocità, oggi non c'è un giocatore con la potenza e la velocità che aveva Ronaldo".

RUNNERS - E poi c'erano i corridori. Chi agili, chi di fondo. "Beckham era perfetto per gli 800 metri. Aveva forza e potenza e grande resistenza il che gli permetteva di correre tranquillamente 10-12 chilometri a partita". Raul invece era un fondista. "Aveva una capacità di resistenza molto alta, pari alla sua capacità di sacrificio. Pur senza qualità fisiche eccezionali, le sue prestazioni fisiche sul campo erano ottimali. Figo invece era molto forte potente, soprattutto nelle gambe e, esattamente come Zidane, aveva una resistenza costante. Amavano correre e allenarsi sarebbero stati due perfetti runners da corsa estrema con fango, pioggia, ostacoli". Zizou, però, a correre non ci pensava molto. "Ma quando si allenava era uno spettacolo. Amava farlo". Altrimenti, che Galactico sarebbe stato?