Galabadaarachchi, la calciatrice con il nome più lungo del West…Ham

Galabadaarachchi, la calciatrice con il nome più lungo del West…Ham

Il calcio femminile inglese si arricchisce di una nuova protagonista. Il nome non è esattamente pronunciabile, ma la realtà è da dipingere a colori. La nuova centravanti del West Ham è Jacynta Galabadaarachchi, australiana pronta a giocare nel Regno Unito dopo aver vinto il campionato di casa sua. 

di Redazione Il Posticipo

Il calcio femminile inglese si arricchisce di una nuova protagonista. Il nome non è esattamente pronunciabile, ma la realtà è da dipingere a colori. La nuova centravanti del West Ham è Jacynta Galabadaarachchi, calciatrice australiana pronta a giocare in Inghilterra dopo aver vinto il campionato di casa sua.

RITORNO – Per certi versi, è anche un ritorno: la ragazza, che ha iniziato a giocare a calcio nelle giovanili aveva anche provato, senza successo, a indossare la maglia del Manchester United. Maglio tardi, però, che mai e tutto sommato la carta d’identità gioca a favore della Galabadaarachchi. Che, a soli 18 anni, centra l’obiettivo con…dieci anni di ritardo ma che ha ancora tutta una carriera davanti. Terzo acquisto del West Ham, si è già calata nell’ambiente, dopo averlo…studiato a dovere.

NOME – Quello che però ha fatto più parlare, finora, è ovviamente il cognome della ragazza. Che è così lungo che sulla maglia del West Ham…non ci sta, se non curvando i caratteri in maniera abbastanza innaturale. Una foto, quella della Galabadaarachchi, che ha ricordato ai tifosi su Twitter altri calciatori dalla divisa personalizzata parecchio arcuata, come Shaun Wright-Philips o il celebre Vennegoor of Hesselink. Cognomi lunghi, ma almeno più pronunciabili. Ai telecronisti inglesi l’arduo compito di cimentarsi con l’australiana.

SOGNO – Che comunque non è affatto preoccupata. Le prime parole, riportate sul sito della società londinese, toccano l’emotività. “Mi sembra di aver realizzato un sogno”. I piedi, però, sono ben piantati per terra. Il suo nome gira intorno alla maglia, ma lei ama e anche parecchio svariare negli ultimi trenta metri: “Mi piace molto il West Ham sopratutto per il suo calcio molto propositivo perfetto per una calciatrice delle mie caratteristiche: amo dribblare, mettere sotto pressione i difensori, attaccare lo spazio e creare superiorità numerica nella fase offensiva. Ovviamente mi piace cercare la via della rete ma non disdegno gli assist”. Meglio per chi deve scrivere il tabellino!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy