Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gaich batte…la maledizione dello Stadium: l’argentino torna al gol otto mesi dopo aver segnato alla Juventus

MARBELLA, SPAIN - JUNE 08: Adolfo Gaich of Argentina U23 in action during a Friendly International Match between Denmark and Argentina on June 08, 2021 in Marbella, Spain. (Photo by Fran Santiago/Getty Images)

A marzo il centravanti argentino scriveva la storia del Benevento, segnando il gol che ha permesso ai sanniti di vincere allo Stadium contro la Juventus di Pirlo. E ora, che fine ha fatto? È in Spagna ed è tornato a segnare dopo quella rete...

Redazione Il Posticipo

Da marzo a dicembre sono passati otto mesi. Un attimo o un'eternità, a seconda dei punti di vista. Nel calcio, un periodo simile può trasformare una carriera. Magari in positivo, come accaduto a Erling Braut Haaland, che tra l'estate 2019 e il mercato estivo successivo è passato dall'essere un giovane interessante al Salisburgo a una macchina da gol acquistata dal Borussia Dortmund e ricercata da tutte le big d'Europa. Oppure in negativo, come sembra essere accaduto ad Adolfo Gaich. Poco più di otto mesi fa, il centravanti argentino scriveva la storia del Benevento, segnando il suo secondo e ultimo gol in Serie A, quello che ha permesso ai sanniti di vincere allo Stadium contro la Juventus di Pirlo. E ora, che fine ha fatto?

DELUSIONE - Dopo la retrocessione dei giallorossi, Gaich è tornato al CSKA Mosca, che lo ha acquistato nel 2020 dal San Lorenzo per 8,5 milioni. In patria, il centravanti aveva mostrato doti fisiche e tecniche che gli erano valse paragoni importanti con alcuni dei grandi bomber della storia dell'Albiceleste, ma al momento il paragone è abbastanza impietoso. In estate Gaich è stato il centravanti della nazionale Olimpica, che da Tokyo è tornata con due soli gol segnati e non da lui, che pure era il titolare. Il CSKA non ha neanche provato a dargli fiducia e alla fine del mercato estivo ha deciso di cederlo di nuovo in prestito, stavolta all'Huesca, squadra spagnola di Segunda Division.

FINALMENTE - Ma anche in terra iberica la...maledizione dello Stadium sembrava averlo seguito. Per lui nelle prime tredici partite con l'Huesca sono arrivate più ammonizioni (due, più un rosso per doppio giallo) che contributi alle marcature della squadra (appena un assist). E forse per sbloccarlo ci è voluto lo sguardo...di Ronaldo. L'Huesca ha infatti battuto per 3-2 il Valladolid del Fenomeno e la rete che ha aperto la serata è arrivata proprio da Gaich. Un gol dopo oltre otto mesi, che sa di speranza, che può segnare la fine di un periodo davvero complicato. Chissà che El Tanque non riesca a ritrovare quelle doti che avevano fatto tanto parlare di lui. Magari, anche tornando in Serie A, per fare di nuovo la storia...