Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Gago, che sorpresa: il suo Racing Avellaneda è in testa al campionato

La carriera di Fernando Gago da giocatore è stata caratterizzata dalla sfortuna. Una sequela quasi incredibili di infortuni non hanno permesso all’ex calciatore di Roma e Real Madrid di issarsi fra i più grandi centrocampisti del calcio...

Redazione Il Posticipo

La carriera di Fernando Gago da giocatore è stata caratterizzata dalla sfortuna. Una sequela quasi incredibili di infortuni non hanno permesso all'ex calciatore di Roma e Real Madrid di issarsi fra i più grandi centrocampisti del calcio argentino. E dopo aver forzatamente deciso di lasciare il calcio giocato a 34 anni, è riuscito a dare una svolta alla sua carriera.

PANCHINA - Da allenatore Gago sembra intenzionato a riprendersi con gli interessi le soddisfazioni che gli sono mancate da calciatore. Al suo primo tentativo da allenatore non ha avuto successo. Alla guida dell'Aldosivi, ha lasciato dopo una serie di sei sconfitte consecutive. La seconda possibilità, però, gli è stata concessa dal Racing de Avellaneda. E Gago ha ripagato la fiducia.  L'argentino è arrivato ad allenare l'Academy a otto turni dalla fine del campionato nazionale e ha chiuso con tre vittorie e cinque sconfitte. Numeri non straordinari: tuttavia, in questo inizio di campionato, tutti i dubbi e le opinioni negative sono svaniti grazie ai buoni risultati raggiunti.

 LA PLATA, ARGENTINA - OCTOBER 27: Lorenzo Faravelli of Gimnasia y Esgrima La Plata and Fernando Gago of Boca Juniors fight for the ball during a match between Gimnasia y Esgrima La Plata and Boca Juniors at Juan Carmelo Zerillo Stadium on October 27, 2018 in La Plata, Argentina. (Photo by Daniel Jayo/Getty Images)

CHE NUMERI - Allo status quo, il Racing è l' unico club che non ha conosciuto l'onta della sconfitta dopo aver giocato otto partite. L'Academy ha cinque vittorie, tre pareggi, 18 gol realizzati e sei subiti con due punti di vantaggio sulla concorrenza. E anche sul piano della personalità la squadra è ben presente a se stessa. Non si smarrisce di fronte alle avversità come si è visto sabato scorso contro il Sarmiento. Il Racing ha era andato sotto nel risultato ma è riuscito a ribaltare il punteggio e ha chiuso con una vittoria molto larga. Sta anche ottenendo il meglio dai suoi giocatori. L'esempio, in questo senso, è rappresentato dalla crescita di Enzo Copetti. L'attaccante ha migliorato i suoi numeri, raggiungendo sei gol nelle ultime sette partite rispetto ai 12 gol e ai quattro assist realizzati lo scorso anno.