Gabriel Jesus è stufo di essere una riserva di lusso: “Voglio giocare di più, è finito il tempo in cui devo aspettare il mio turno”

Gabriel Jesus nel City continua a recitare un ruolo da comprimario. Aguero non smette di a segnare e Guardiola preferisce il Kun al brasiliano. Che però non ne può più…

di Redazione Il Posticipo

Gabriel Jesus, titolare per Tite ma non per Guardiola. L’attaccante del Manchester City è stato uno dei grandi protagonisti della Copa America vinta dalla nazionale verdeoro, ma nella sua squadra di club continua a recitare un ruolo da comprimario. Finora per lui apparizioni nelle coppe, ma in Premier solo tre presenze per un totale di 126 minuti. Una situazione che cozza non poco con le ambizioni del classe 1997, che già qualche mese fa aveva spiegato di non voler essere una seconda scelta. Ma Aguero non smette di segnare e Guardiola preferisce il Kun al brasiliano. Che però non ne può più e lo fa capire in maniera molto chiara in un’intervista a Esporte Interativo.

GIOCARE – “È finito il periodo in cui ‘devo aspettare il mio turno’. Sono qui ormai da quasi tre anni, è la mia quarta stagione e questo fa sì che io voglia giocare di più. Ovviamente è complicato dover lottare con un posto in squadra con Aguero, che forse è la più grande leggenda della storia di questo club. Io capisco le scelte di Pep e rispetto tantissimo Sergio, la sua storia qui e quello che sta facendo ora”. Ma… Perchè ovviamente c’è un “ma” nelle frasi di Gabriel Jesus. “Personalmente, la scorsa stagione è stata molto complicata. Non ho avuto la possibilità di giocare molte partite, anche importanti come quella contro il Tottenham in Champions. Sono stato frustrato dal fatto di non aver giocato”.

“FA MALE” – Il che ha portato al suo sfogo ad aprile, ripetuto ora a qualche mese di distanza. “Fa male quando non hai la possibilità di giocare partite importanti, quindi alla fine della scorsa stagione ero deluso. Credo che sia normale, ma non mi sono mai comportato in maniera poco professionale. Ero molto arrabbiato ma capivo la situazione. Alla fine ho tenuto la testa a posto e ho terminato la stagione giocando la finale di FA Cup e segnando due gol”. Aguero dunque deve guardarsi le spalle, ma non aspettarsi qualche colpo basso dal compagno di squadra. E Gabriel Jesus conferma: “Non voglio rubare il posto a nessuno. Le cose succedono naturalmente”. Chissà però cosa ne pensa Pep. Il tecnico ha recentemente lodato il brasiliano, ma non è un allenatore che apprezza molto…chi si lamenta pubblicamente!

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy